Venerdì, 27 Novembre 2020

Presentazione dell'Annuario dei Migliori Vini Italiani di Luca Maroni

8.473 vini, 1.377 aziende vitinicole, 33.892 valutazioni degustative indicate in centesimi, 1056 pagine con schede organolettiche, storia delle aziende produttrici, statistiche e graduatorie per incoronare i migliori vini italiani: questi i numeri dell'edizione 2019 dell'Annuario dei Migliori Vini Italiani di Luca Maroni, dedicato a Leonardo Da Vinci.

Questa dedica - spiega l’enologo – è nata per rendere omaggio a un grande cultore del vino nel cinquecentenario della sua morte, figlio egli stesso di produttori, i suoi vigneti sono stati oggetto del mio ultimo progetto di recupero vitivinicolo, iniziato con la Vigna di Leonardo a Milano e che trova il suo compimento a Vinci, in Toscana. Di grande importanza, è sottolineare che l’annata 2017, nonostante le altissime temperature, ha generato uve incredibili, concentrate e zuccherine – continua Maroni – che hanno dato vita a vini di altissimo spessore e dai meravigliosi profumi e sapori. Questo, è stato possibile anche grazie alla professionalità e dedizione dei produttori vitivinicoli che hanno espresso incredibile saggezza nelle loro azioni.”

“LA QUALITÀ DEL VINO È LA PIACEVOLEZZA DEL SUO SAPORE”: questo concetto rappresenta le fondamenta del metodo di degustazione ideato e sistematizzato da Luca Maroni, che rende semplice e intuitivo per tutti, appassionati e neofiti, avvicinarsi al mondo del vino e che rappresenta la chiave di lettura dell’Annuario. Fin dalla prima edizione nel 1993, sono state oltre 300.000 le etichette delle più importanti aziende vitivinicole italiane che sono state analizzate e valutate da Luca Maroni: ogni vino è stato da lui assaggiato nelle stesse condizioni ambientali e per ognuno un voto in centesimi, anche se il voto più alto che può essere assegnato è 99/100: così viene dato al lettore uno strumento completo di informazione con una ricca descrizione delle sensazioni. Il Gruppo Luca Maroni non si esprime solo attraverso l’editoria ma è anche grande sostenitore in Italia e in Europa dell’eccellenza dei vini italiani, facendosene promotore in prima persona con i grandi eventi organizzati insieme a Francesca Romana Maroni, sua sorella e direttore generale, nelle principali città italiane, in Germania e Russia. Qui le aziende vinicole sono le vere protagoniste, messe sotto i riflettori con le loro migliori etichette e proposte alla conoscenza di operatori del settore e neofiti. Prossimo appuntamento a Roma con la premiazione nazionale ufficiale in programma dal 15 al 18 febbraio 2019!

#thewaitotaste #lucamaroni #imiglioriviniitaliani2019

L'Annuario dei Migliori Vini italiani di Luca Maroni, giunto alla XXVII° edizione è stato presentato a Roma, comunicando che la situazione del comparto vinicolo in Italia è in splendida forma, essendo leader qualitativi e quantitativi del mondo. Secondo le valutazioni di Luca Maroni, è aumentata la qualità dei vini di base e nel campo degli Spumanti il vino italiano non ha rivali per varietà e bontà della proposta. Inoltre l’appeal del vino italiano nel Mondo è altissimo: “gli stranieri – sottolinea Maroni - quando acquistano e degustano un vino italiano, in realtà acquistano e apprezzano sensorialmente l’Italia, il paese da cui questo vino proviene.” In Italia, secondo Maroni, c’è molta curiosità e sempre più conoscenza sul tema, quello che manca sono le occasioni di consumo all’interno delle case private: il vino deve tornare sulle tavole di ogni giorno degli italiani!

Inoltre, secondo i punteggi rilevati nell’edizione 2019, difficilmente i vini dell’annata 2017 potranno essere uguagliati in futuro. Ci potranno essere ripercussioni negative per l’innalzamento delle temperature in atto a livello mondiale, e già ci sono per quel che attiene alla quantità prodotta, ma dal punto di vista della ricchezza, della concentrazione e dell’esplosione di profumi, la secchissima e striminzita uva del 2018 si è rivelata un autentico capolavoro.

E parlando di capolavori, la XXVII edizione de I MIGLIORI VINI ITALIANI DI LUCA MARONI è un tributo all’immenso genio italiano Leonardo Da Vinci.

"Nel 1519, cinquecento anni fa moriva Leonardo da Vinci, sommo italiano, figlio di produttori di vino – racconta Maroni - che amava così tanto il vino da produrlo, berlo, studiarlo, descriverlo e desiderarlo già allora privo di difetti di trasformazione. Alla memoria di Leonardo nel cinquecentenario della sua morte, dedico allora l’Annuario 2019, certo che il vino italiano di oggi, renderebbe orgoglioso anche lui per la grandissima piacevolezza che ha raggiunto.” L’enologo ha infatti compiuto un complesso lavoro di nelle Cantine Leonardo da Vinci di Vinci ristrutturando completamente la linea dei vini dedicati a Leonardo e realizzando un documentario sul rapporto fra Leonardo da Vinci e il Vino che sarà presentato durante le celebrazioni ufficiali dell’anniversario.

Insieme all’edizione estesa viene presentata anche l’edizione pocket e, per il secondo anno, l’edizione tascabile de "I migliori dei migliori Vini Italiani: nato da un’idea di Francesca Romana Maroni, sorella di Luca e Direttore Generale del Gruppo Maroni, è un libro essenziale, piccolo, veloce, totalmente visuale: qui sono riportate le etichette dei vini che hanno ricevuto un punteggio che va da 96 a 99 punti (cioè il massimo!).

Anche per questa edizione Luca Maroni dedica un pensiero speciale ai produttori: "Chapeau e grazie a tutti i produttori italiani i cui mirabili vini ho assaggiato quest’anno. Non avrei mai immaginato di poter operare grazie a loro in un settore capace di un’eccellenza tanto straordinaria eppure così diffusa. Grazie ai loro vini, in tutto il mondo è possibile ora rimanere ammirati dal farsi frutto dei nostri valori naturalistici e umani che il nostro paese emana dai vini, e grazie ad essi riluce.”

Appuntamento per febbraio 2019, da giovedì 15 a domenica 18, con l’evento nazionale i Migliori Vini Italiani, palcoscenico nazionale che vedrà sotto i riflettori oltre 300 aziende vitivinicole, prevedendo quasi 10.000 presenze tra pubblico e operatori a cui saranno serviti decine di migliaia i bicchieri di vino!

 

IL METODO DI LUCA MARONI

La qualità del vino è la piacevolezza del suo sapore, effetto della sua composizione analitica assolutamente virtuosa. Tre i parametri che determinano detta qualità: la consistenza, l’equilibrio, l’integrità del gusto aroma del vino. La consistenza è il volume espressivo del vino, determinato dalla sua ricchezza in estratto secco; l’aspetto quantitativo della qualità, la persistenza e la longevità potenziale del vino. L’equilibrio è l’armonia fra i componenti, l’opportuno dosaggio fra le sostanze compositive tale che il gusto del vino risulti all’assaggio tanto morbido quanto acido+amaro. L’integrità è l’assenza nel gusto-aroma del vino di difetti di trasformazione enologica (sulfureo, acetoso, lattoso, svanito, legnoso) e di ossidazione. La qualità, la purezza, la fragranza dei componenti del vino esprimono la caratura tecnica e la longevità potenziale del vino. Tanto più consistente, equilibrato e integro il gusto del vino in esame, tanta più piacevole il suo gusto-aroma, tanto più alta la sua qualità organolettica e compositiva. La valutazione dell’Indice di Piacevolezza (IP) di qualsiasi vino si ottiene allora assegnando un punteggio da 1 a 33 ad ognuno dei 3 parametri determinanti la qualità: consistenza, equilibrio, integrità: per questo il massimo è 99.

Applicando tale metodo, facile da apprendere, diretto ed immediato eppure di rigorosa impostazione scientifica, ogni individuo è in grado di decodificare le sensazioni olfattive e gustative suscitate da un vino valutando la qualità della sua analitica essenza. Infatti secondo Luca Maroni "Se un vino non genera piacevolezza all’assaggio, la colpa non è di chi lo assaggia perché non sa degustare, la colpa è del vino giacché qualitativamente, analiticamente carente. Qualsiasi individuo infatti, valutando la piacevolezza del sapore di qualsiasi bevanda o alimento, di esso valuta la sua qualità analitica pura.

NUMERI

• 8.473 vini

• 1.377 aziende

• 33.892 valutazioni degustative

• Valutazione in centesimi della piacevolezza

• Schede organolettiche

• Informazioni e cenni storici sull’azienda produttrice

• Riproduzione dell’etichetta e del logotipo a colori

• Segnalazione delle aziende con attività di agriturismo

• Oltre 30 pagine di statistiche e graduatorie

• Indice alfabetico delle aziende e dei vini

• 1.056 pagine

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presentazione dell'Annuario dei Migliori Vini Italiani di Luca Maroni

Today è in caricamento