rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Cultura

"Venite a Firenze", l'elogio di Elon Musk in visita agli Uffizi

Il magnate insieme al sindaco Dario Nardella tra i capolavori di Leonardo e Michelangelo

Visita a sorpresa agli Uffizi di Firenze ieri per il magnate tech Elon Musk, insieme alla compagna Grimes e ad alcuni componenti della sua famiglia. Dopo aver visitato Palazzo Vecchio, accompagnati dal sindaco Nardella, Musk ed il suo gruppo sono stati accolti in museo dal direttore Eike Schmidt, che li ha condotti personalmente alla scoperta delle meraviglie degli Uffizi.

Oltre un'ora e mezza la durata della permanenza in museo: Musk e Grimes hanno rivolto al direttore molte domande sulle opere, scattandosi anche selfie davanti a svariate di esse. Tra le più ammirate, la Tebaide e la Glorificazione della Vergine di Beato Angelico, la Battaglia di San Romano di Paolo Uccello, il Ritratto dei duchi di Montefeltro di Piero della Francesca, i capolavori delle sale di Leonardo, Michelangelo e Botticelli, all'interno delle quali il gruppo si è concesso una foto collettiva davanti alla Venere.

Musk, tra le altre cose fondatore di Tesla, PayPal e Space X, uno degli uomini più ricchi al mondo con un patrimonio personale stimato al 2021 in 160 miliardi di dollari (fonte Forbes) si è anche soffermato a studiare i dettagli della antica scultura romana della testa dell'Alessandro morente nella sala di Michelangelo.

"Quando installerete una stazione spaziale su Marte, ci piacerebbe portarci qualche opera per il nostro progetto degli Uffizi diffusi", ha scherzato il direttore Schmidt salutando con un sorriso Musk al termine della visita.

Per Musk tappa anche a Palazzo Vecchio, dove è andato in scena un siparietto/spot con il sindaco Dario Nardella, che ha subito postato sui social un breve video con Musk che in italiano un po' stentato invita a venire in città: "Visitate Firenze".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Venite a Firenze", l'elogio di Elon Musk in visita agli Uffizi

Today è in caricamento