rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Diretta

Il funerale di Elisabetta II: l'ultimo viaggio della regina

Il funerale della regina Elisabetta II morta all'età di 96 anni si terrà lunedì 19 settembre.

Stop temporaneo ai nuovi accessi alla camera ardente. Stasera la veglia dei nipoti

La coda accessibile per rendere omaggio ad Elisabetta II a Westminster Hall a Londra è stata temporaneamente chiusa. La decisione arriva da parte delle autorità locali per consentire di gestire il flusso continuo di migliaia di persone, in fila per otto chilometri. Stasera i principi William e Harry presenzieranno insieme in una veglia di 15 minuti: eccezionale la scelta di re Carlo che ha acconsentito a che anche il secondogenito indossi l'alta uniforme, di regola preclusagli, per l'occasione così solenne. 

William e Harry come ai funerali di mamma Diana: insieme dietro il feretro di Elisabetta

William e Harry hanno camminato l'uno accanto all'altro nel corteo funebre della nonna regina Elisabetta II nel centralissimo viale del Mall, nel cuore di Londra, diretto verso il Parlamento. Un'immagine per certi versi emblematica della solennità dell'evento, se si pensa alle tensioni che da mesi segnano i rapporti tra i due fratelli, evocativa delle immagini di loro ragazzini dietro alla bara di Diana 25 anni fa. 

harry william funerali-2

L'elenco completo dei leader e dei capi di Stato presenti ai funerali

Leader, capi di Stato, sovrani: immenso l'elenco di coloro che lunedì 19 settembre sono attesi a Westminster Abbey per l'ultimo solenne saluto a Elisabetta II. Dal primo ministro inglese Liz Truss, l'ultima ad incontrare la regina a Windsor solo due giorni prima della sua morte, ai suoi predecessori Boris Johnson, Theresa May, David Cameron, Gordon Brown, Tony Blair e Sir John Major, dal presidente degli Stati Uniti Joe Biden al presidente della Commissione Europea Ursula Von Der Leyen, Sergio Mattarella, si allunga l'elenco dei rappresentanti delle istituzioni che omaggeranno la regina. 
 

Re Carlo licenzia i dipendenti di Clarence House subito dopo la morte della Regina

Doccia gelata per decine di dipendenti di Clarence House - residenza ufficiale di Carlo e Camilla - che lunedì hanno ricevuto la lettera di licenziamento. "Le attività della famiglia dell'ex principe di Galles e della duchessa di Cornovaglia sono cessate" fa sapere un portavoce del nuovo Re, che prossimamente si trasferirà a Buckingham Palace con la Regina consorte e dunque lascerà la casa londinese che li ha ospitati finora. 

Fino a 30 ore in coda per il saluto alla regina Elisabetta

Resta a Buckingham Palace, stamattina, il feretro della regina Elisabetta, vegliato da figli e nipoti dopo l'arrivo ieri sera a Londra da Edimburgo. Alle 15 locali, le 16 in Italia, è prevista la processione che lo condurrà verso Westminster Hall, dove - dopo un breve rito di suffragio officiato dall'arcivescovo anglicano di Canterbury, Justin Welby, e dal rettore dell'abbazia di Westminster - saranno aperte le porte per l'omaggio di popolo destinato a durare per 4 giorni: fino alla vigilia dei solenni funerali di Stato di lunedì 19. Molta gente è già per le strade e c'è chi inizia a incolonnarsi in fila attorno alla camera ardente, in un'atmosfera di partecipazione nell'ambito della quale si attende la mobilitazione complessiva di milioni di persone. Michelle Donelan, ministra della Cultura del governo britannico di Liz Truss, ha avvertito che le code per l'ingresso a Westminster Hall potranno raggiungere, in questi giorni, tempi di attesa "fino a 30 ore", stando agli apparati organizzativi.

Un 22enne ha aggredito il principe Andrea durante il corteo funebre

Fa discutere il video del giovane di 22 anni che ieri - tra la folla durante il corteo a Edimburgo - la sua rabbia contro la presenza del principe Andrea che con gli altri figli della sovrana ha accompagnato la bara alla cattedrale di St. Giles. Il 22/enne oggi è stato incriminato e dovrà presentarsi in tribunale nei prossimi giorni. Nel video lo si vede reagire all'arrivo dei reali ma viene subito bloccato e allontanato ma lo si sente urlare: "Disgusting!" (Disgustoso)all'indirizzo del principe Andrea, figlio di Elisabetta coinvolto nell'inchiesta di pedofilia contro Epstein.

Fino a 12 ore di fila per salutare la regina Elisabetta

Migliaia di persone hanno fatto la fila per le strade di Edimburgo durante la notte per vedere la bara della regina Elisabetta II nella Cattedrale di St Giles. Una lunga coda di persone serpeggia nel centro storico della città, aspettando dalle cinque alle sette ore il proprio turno per passare davanti alla bara di quercia inglese della defunta monarca. La coda si estende intorno alla Piazza del Parlamento, lungo il ponte Giorgio IV, lungo Chambers Street; Potter Row; intorno a George Square.

"L'enorme quantità di persone che si recano a Edimburgo oggi indica che ci saranno molte decine - forse anche centinaia - di migliaia di persone che vorranno rendere omaggio alla defunta regina", ha detto Lord Ian Duncan, vicepresidente della Camera dei Lord che è anche barone Duncan di Springbank.

La folla dovrebbe aumentare nella mattina e le persone potranno aspettare fino a 12 ore rispetto a coloro che hanno fatto la fila durante la notte. La bara della regina rimarrà a riposo a St Giles fino a metà pomeriggio, quando verrà trasferita con un carro funebre all'aeroporto di Edimburgo e volerà a Londra. L'atterraggio è previsto alle ore 19.55 italiane alla RAF Northolt da dove la bara sarà trasportata a Buckingham Palace. In attesa di accogliere la bara a palazzo ci saranno re Carlo III e la regina consorte, tornati dall'Irlanda del Nord dopo aver assistito a un servizio di ringraziamento per la regina a Belfast.

Oltraggio al feretro della regina Elisabetta: arrestata una donna

Una donna è stata arrestata per aver tenuto in mano un cartello anti-monarchico mentre la folla attendeva la bara della regina Elisabetta II fuori dalla cattedrale di St Giles a Edimburgo. La polizia scozzese afferma che la donna - 22 anni- aveva inscenato la protesta poco prima della proclamazione di re Carlo III a Edimburgo mentre migliaia di persone si sono radunate in città. Ma non si tratterebbe dell'unico caso: come riferisce il Mirror sono stati rimossi altri cartelli che insultavano la famiglia reale.

La bara della regina Elisabetta II è arrivata ad Edimburgo

La bara della regina arriva a Edimburgo dopo il viaggio da Balmoral. Il corteo funebre ha compiuto un viaggio di sei ore dal Castello di Balmoral, fino a giungere al Palazzo di Holyroodhouse. Spettatori silenziosi hanno lanciato omaggi floreali lungo il percorso della bara. La bara sarà trasportata in aereo a Londra martedì e la regina giacerà a Westminster Hall. I funerali della regina si terranno nell'Abbazia di Westminster lunedì 19 settembre e sarà un giorno festivo.

Due milioni di persone al giorno per rendere omaggio alla Regina

Un milione di persone - tra loro anche numerosi rappresentanti stranieri - verranno a rendere omaggio a Elisabetta II nei giorni in cui verrà allestita la camera ardente per la sovrana britannica scomparsa giovedì scorso. Queste le stime in vista degli eventi dei prossimi giorni, durante i quali inoltre, ci si aspetta che due milioni di persone si riuniscano quotidianamente in strada fino a quando non sarà avvenuta la sepoltura. "È come organizzare un evento della portata delle Olimpiadi di Londra nel giro di alcuni giorni", ha spiegato una fonte di Whitehall al Sunday Times, riferendosi ai prossimi giorni, fino al 19 settembre.

Domani lutto nazionale in Pakistan

Domani in Pakistan sarà lutto nazionale per la morte di Elisabetta. "Il Primo Ministro Shehbaz Sharif ha approvato una giornata di lutto per la scomparsa della regina. Il 12 settembre sarà dichiarato giorno di lutto in Pakistan", ha dichiarato il ministro dell'Informazione pachistano Marriyum Aurangzeb, citato da Geo TV.

Elisabetta II, salita al trono nel 1952, era diventata formalmente la regina del Dominion del Pakistan fino al 1956, quando il Paese è diventato una Repubblica islamica con una nuova costituzione.

Il feretro della Regina verso Edimburgo

Il carro funebre che trasporta il feretro di Elisabetta II, la regina scomparsa giovedì scorso, ha lasciato il Castello di Balmoral, in Scozia, diretto verso il Palazzo di Holyroodhouse a Edimburgo. Il corteo reale - composto da 45 veicoli - impiegherà sei ore a percorrere i 180 chilometri del tragitto, lungo il quale si sono radunate migliaia di persone per l'ultimo omaggio alla regina. Prima che il feretro, avvolto dallo stendardo reale e sul quale è stata deposta una corona di fiori, lasciasse il Castello di Balmoral, il personale della residenza scozzese ha potuto rendere l'ultimo omaggio a Elisabetta. Gran parte del personale al suo servizio ha trascorso buona parte della sua vita lavorando per la regina.

Re Carlo, oggi la cerimonia in Scozia

Oggi in Scozia si svolgera' anche una cerimonia di passaggio con la proclamazione del nuovo re, Carlo III, prima sul Royal Mile di Edimburgo a fine mattinata e poi nel castello della città. Domani la capitale scozzese sarà teatro di un'altra tradizionale e suggestiva cerimonia, la 'Cerimonia delle Chiavi': un'usanza antica che prevede la consegna delle chiavi di Edimburgo al nuovo re il quale le restituisce alla città affinché le custodisca al meglio. Il sindaco di Edimburgo, Lord Provost Robert Aldridge, in una commossa intervista con Sky News questa mattina ha sottolineato la determinazione dei residenti di salutare la regina al meglio "mostrando il grande rispetto nutrito per lei".

Re Carlo proclamato capo dello Stato dell'Australia

Il governatore generale dell'Australia, nonché rappresentante della corona britannica, David Hurley, ha proclamato Carlo III come capo dello Stato del Paese oceanico. La cerimonia, celebrata a Canberra in Parlamento, verrà replicata nel corso della giornata nei vari parlamenti statali che compongono il Commonwealth dell'Australia. Il governo ha inoltre proclamato un giorno di commemorazione per la regina Elisabetta il 22 settembre.

Fuori programma a Londra dei principi William e Harry

Fuori programma a Londra dei principi William e Harry

Momento di riavvicinamento a sorpresa oggi per i principi William e Harry, a Windsor. I due figli di Carlo e di Diana si sono riuniti per passare in rassegna insieme, con le rispettive consorti Catherine e Meghan al fianco, i mazzi di fiori lasciati dinanzi all'ingresso del palazzo reale in memoria e in onore della loro nonna, la regina Elisabetta, morta l'8 settembre.

Un portavoce reale ha dichiarato che sarebbe stato il principe di Galles (William) ad invitare il duca e la duchessa del Sussex (Harry e Meghan) a unirsi a lui e alla principessa del Galles (Kate). 

Il video: riuniti dopo due anni William e Harry (con Kate e Meghan) 

Il programma completo del funerale della regina Elisabetta II

Il funerale della regina Elisabetta II, morta questa settimana dopo 70 anni sul trono, si terrà lunedì 19 settembre alle 10:00 oradio di Londra. La bara sarà portata dal Castello di Balmoral a Edimburgo domenica prima di essere trasportata in aereo a Londra martedì. Lo ha annunciato la casa reale britannica spiegando che mercoledì la famiglia reale seguirà il re Carlo III nella processione che da Buckingham Palace accompagnerà il corpo di Elisabetta II alla Westminster Hall dove rimarrà fino alla mattina del funerale che si svolgerà presso l'Abbazia di Westminster a Londra.

Come spiegato da Edward Fitzalan-Howard, duca di Norfolk il corpo della regina si trova ora nella sala da ballo del castello di Balmoral e ripossa in una bara di quercia coperta con lo stendardo reale di Scozia e con adagiata una corona di fiori.

Il funerale di Elisabetta II si terrà a Londra giovedì 19 settembre

Ufficializzata la data dei funerali di Stato della regina Elisabetta II: si svolgeranno a Londra lunedì 19 settembre, come era stato anticipato da varie fonti ufficiose. La giornata sarà non lavorativa, in base a quanto concordato da Buckingham Palace con il governo britannico.

A Edimburgo il primo saluto pubblico alla regina Elisabetta

Edimburgo si prepara infatti a ricevere il feretro di Elisabetta II. Dopo il cordoglio privato della famiglia a Balmoral, domattina il corpo della sovrana comincerà il suo viaggio fra i sudditi che culminerà nei funerali di Stato a Londra. Da Holyrood - residenza ufficiale in Scozia dei sovrani britannici - la processione partirà verso la cattedrale di St. Giles, dove il feretro rimarrà per 24 ore, fino a martedì mattina, quando il feretro dovrebbe essere trasportato a Londra. A Edimburgo si attende l'omaggio di migliaia di sudditi: gli alberghi sono pieni, ai residenti prescritta l'indicazione di evitare del tutto spostamenti non necessari.

Quando la madre di Biden gli disse: "Non ti inchinare alla regina"

La madre di Joe Biden, attuale presidente degli Stati Uniti d'America odiava a tal punto la monarchia britannica che prima dell'incontro di suo figlio con la regina Elisabetta, nel 1982, lo pregò di "non inchinarsi". Lo rivela sceneggiatrice britannica Georgia Pritchett nella sua autobiografia 'My Mess is a Bit of a Life'. L'attaccamento di Biden alle sue radici irlandesi è noto ma l'aneddoto è stato ricordato anche dal presidente americano che tuttavia non ha parlato del presunto odio della madre verso i reali. "Joey, sii educato ma non baciare il suo anello", lo pregò Catherine Eugenia Finnegan Biden, scomparsa nel 2010. E ancora: "Non ti inchinare. Ricorda Joey, sei un Biden. Nessuno è migliore di te. Non sei migliore di nessun, ma nessuno è migliore di te". In effetti Biden non si è mai inchinato a Elisabetta II, né durante il loro primo incontro quando era un semplice senatore 40 anni fa né in occasione del loro colloquio in Gran Bretagna a giugno dell'anno scorso. Tuttavia, per il protocollo non è obbligatorio inchinarsi, è solo un modo con cui di solito si rende omaggio a un monarca.

Carlo a Buckingham Palace, incontro con governo e opposizione

È fitta di impegni l'agenda di re Carlo III, che stamane è stato proclamato ufficialmente sovrano dal Consiglio di Accessione. Come riportano i media britannici, il re è tornato a Buckingham Palace, dove alle 14 (le 15 in Italia) incontrerà l'arcivescovo di Canterbury. Mezz'ora dopo sarà la volta di un nuovo faccia a faccia, dopo quello di ieri, con la prima ministra Liz Truss, stavolta accompagnata dai ministri. Alle 15 (le 16 in Italia) vedrà i leader dell'opposizione. Un'ora dopo infine avrà un colloquio con il decano di Westminster. Nel frattempo dovrebbero emergere ulteriori dettagli dalla Casa reale sul periodo di lutto e potrebbe anche essere ufficializzata la data dei funerali della Regina.

Putin si congratula con Carlo III

Il presidente russo, Vladimir Putin, si è congratulato con il re Carlo III per la sua ascesa al trono. In un telegramma pubblicato sul sito del Cremlino, riporta l'agenzia Tass, Putin ha augurato "successo" e "buona salute" al nuovo monarca. "Vostra Maestà, vi prego di accettare le mie sincere congratulazioni per la vostra ascesa al trono. Auguro a Vostra Maestà successo, buona salute e tutto il meglio. Cordiali saluti, Vladimir Putin", si legge nel telegramma.

Carlo III proclamato re in pubblico da balcone St James

Un ufficiale dell'Ordine della Giarrettiera, antichissimo ordine britannico risalente al 1415, ha proclamato pubblicamente dal balcone di St James Palace l'ascesa al trono di Carlo III. Preceduta da squilli di trombe a cui hanno fatto seguito spari di cannone a salve, la cerimonia si è conclusa con la banda che ha eseguito l'inno 'God save the King'.

Il giorno del funerale della Regina Elisabetta sarà festivo

Il giorno del funerale della Regina Elisabetta sarà festivo in tutto il Regno Unito. Lo ha annunciato Penny Mordaunt, presidente del Consiglio privato. Il nuovo Re lo approvato.La data non è stata ancora annunciata formalmente, ma si ritiene che il funerale si svolgerà lunedì 19 settembre.

Il discorso di Carlo: "Seguirò l'esempio di mia madre, grazie anche a Camilla"

"Seguirò l'esempio di mia madre nel sostenere il governo costituzionale e nel ricercare la pace , l'armonia e la prosperità per i popoli di queste isole e del Commonwealth". Lo ha detto il nuovo sovrano britannico Carlo III. "So che sarò sostenuto dall'affetto e la lealtà dei popoli di cui sono stato chiamato ad essere sovrano e che, nel portare avanti questi doveri, sarò guidato dai loro parlamenti eletti", ha proseguito.

Carlo ha di nuovo reso omaggio alla moglie Camilla durante l'intervento che ha fatto seguito alla sua proclamazione ufficiale a re. "In tutto questo sono profondamente incoraggiato dal sostegno costante della mia amata moglie", ha dichiarato Carlo III, aggiungendo di voler dedicare "il resto della mia vita" a "portare a termine il pesante compito che mi è stato affidato".

Carlo III: "Consapevole delle grandi responsabilità"

"Mia madre ha dato un esempio di amore e servizio per tutta la vita. Il regno di mia madre non ha pari per durata, dedizione e devozione... Sono profondamente consapevole della profonda eredità e dei grandi doveri e responsabilità che ora passano a me". Lo ha detto il nuovo sovrano britannico, Carlo III, dopo essere stato proclamato formalmente re.

Carlo proclamato formalmente re

Il Consiglio di Accessione ha proclamato formalmente Carlo nuovo Re con il nome di Carlo III. La proclamazione è stata sottoscritta, tra gli altri, dalla prima ministra Liz Truss, dal principe William, dalla Regina consorte e dall'arcivescovo di Canterbury, Justin Welby. La proclamazione è stata preceduta da una dichiarazione letta dalla Lord President del Privy Council, Penny Mordaunt. La cerimonia si sta tenendo alla presenza, in prima fila, di tutti gli ex primi ministri britannici, da Gordon Brown a David Cameron, da Theresa May a Boris Johnson.

A breve la proclamazione di Re Carlo III

Il Consiglio di Accessione si riunirà a breve a St James's Palace per proclamare re Carlo III come nuovo sovrano. L'evento, che sarà storico anche perché per la prima volta la proclamazione del re viene trasmessa in diretta tv, vedrà la presenza di William, nominato ieri sera Principe di Galles, della regina consorte e di 250 personalità tra membri del Privy Council - che sarà presieduto da Penny Mourdant - ex primi ministri e membri del governo in carica. Il re non sarà presente alla prima parte del Consiglio. Successivamente entrerà in scena Carlo che giurerà di salvaguardare la Chiesa di Scozia. Al termine della cerimonia, verrà letta la proclamazione ufficiale dal balcone del St James's Palace, che sarà accompagnata da colpi a salve a Hyde Park e alla Tower of London. L'annuncio sarà fatto anche alla Royal Exchange nella City di Londra ed in altre parti del Regno Unito.

Edimburgo, iniziati i preparativi per l'arrivo del feretro

A Edimburgo sono iniziati i preparativi per l'arrivo del feretro della Regina Elisabetta. Come riporta la Bbc, diverse strade della capitale scozzese sono state chiuse e barriere sono state erette. Il feretro, secondo il programma riportato dalla Bbc, domani lascerà il castello di Balmoral, dove la Regina è morta, per essere portato al Palazzo di Holyroodhouse, da dove lunedì sarà poi trasferito alla cattedrale di St. Giles. Qui sarà possibile per la popolazione rendere omaggio alla sovrana. Martedì la bara della Regina sarà trasferita a Londra.

Alle 11 la proclamazione di Carlo

Carlo sarà proclamato ufficialmente re alle 11 ora italiana, nel palazzo di St. James a Londra, di fronte a un corpo cerimoniale conosciuto come Accession Council. 

L'imperatore del Giappone parteciperà ai funerali

L'imperatore giapponese Naruhito con ogni probabilità si recherà ai funerali di stato della Regina di Inghilterra, Elisabetta II. Lo anticipano i media nipponici, che citano fonti del governo e dell'agenzia imperiale, spiegando che invece è ancora in dubbio la partecipazione della consorte Masako e dipendenderà dalle sue condizioni di salute. Dal giorno successivo alla scomparsa di Elisabetta, riferiscono le fonti, la coppia reale ha osservato tre giorni di lutto assieme all'imperatore emerito Akihito e la moglie Michiko.

Carlo incontrerà ministri nuovo governo dopo la proclamazione

Re Carlo III oggi incontrerà i ministri del nuovo governo guidato da Liz Truss. Lo riportano i media britannici, precisando che i principali esponenti del governo parteciperanno questa mattina alla cerimonia a St James' Palace durante la quale Carlo verrà ufficialmente proclamato re dal Consiglio di Accessione. Successivamente i ministri si recheranno a Buckingham Palace per il loro primo incontro con il monarca, che ieri ha avuto un colloquio con Truss.

William è ufficialmente il nuovo Duca Cornovaglia

Il principe William e sua moglie Kate Middleton hanno assunto ufficialmente i titoli di Duca e Duchessa di Cornovaglia e Cambridge. Lo riferisce una nota del ducato. Il titolo, in precedenza detenuto da Carlo, e' passato cosi' in automatico al nuovo erede al trono.

Una cittadina britannica ha baciato re Carlo III: "Mi sembrava triste"

Durante il bagno di folla al suo arrivo a Buckingham Palace, re Carlo III si è intrattenuto con i sudditi arrivati davanti al palazzo reale per rendere omaggio al nuovo monarca. Carlo III, mentre stringeva mani e ammirava gli omaggi floreali deposti in memoria di Elisabetta II, è stato baciato da una donna dall'altro lato della transenna.

Intervistata dall'emittente americana CNN (di seguito il video integrale dell'intervista), la donna, Jenny Assiminios, ha raccontato di aver voluto confortare con un segno di genuino affetto il monarca, che gli era sembrato triste per la perdita della madre.

La donna ha detto di essere stata contenta di aver incontrato il monarca. "'Posso baciarti?'. E lui ha risposto: 'Beh, sì'. Così l'ho abbracciato e sono molto felice", ha raccontato Assiminios ai microfoni della CNN. "Non mi sarebbe mai passato per la testa" di chiedere un bacio a un re, ha proseguito la donna, spiegando di aver avuto "la semplice sensazione" di doversi avvicinare per confortarlo, poiché "sembrava triste".

Re Carlo III ha incontrato la prima ministra britannica Liz Truss

Re Carlo III ha incontrato a Buckingham Palace la prima ministra britannica, Liz Truss, nel primo incontro ufficiale tra i due nelle nuove vesti. Lo scrive il Guardian, ricordando che per Truss si tratta del primo degli incontri settimanali in programma con il nuovo sovrano.

Re Carlo III è arrivato a Buckingham Palace

Il re Carlo III è arrivato a Buckingham Palace insieme alla regina consorte Camilla. Qui incontrerà il primo ministro Liz Truss e farà il suo primo discorso alle nazione intorno alle 19.00 ora italiana. 

Al momento dell'arrivo del re, alcuni cittadini accorsi di fronte all'edificio hanno gridato: "Dio salvi il re!", ma la maggior parte di loro si è mostrata in realtà profondamente addolorata, come fa sapere il Guardian. A loro è andato il ringraziamento di Carlo, che si è intrattenuto per mostrare tutta la sua gratitudine.

Carlo III, oggi il primo "discorso alla nazione": a che ora e dove seguirlo in tv

Mattarella firmerà il libro delle condoglianze

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella si recherà stasera presso la residenza dell'ambasciatore britannico a Roma, Ed Llewellyn, per firmare il libro delle condoglianze per Sua Maestà la Regina Elisabetta II. Lo fa sapere l'ambasciata Gb a Roma.

"In occasione della scomparsa della Regina Elisabetta II giungano a Vostra Maestà, alla famiglia reale e a tutti i cittadini del Regno Unito le più sentite condoglianze della Repubblica Italiana e mie personali", aveva scritto ieri Mattarella in un messaggio inviato a Carlo III, sottolineando come la madre sia stata "una figura di eccezionale rilievo entra nella storia".

Di Elisabetta II si "ricorderà l’autorevole saggezza e l’altissimo senso di responsabilità - scriveva ancora  il presidente - espresso soprattutto nella generosità di spirito con la quale la Sovrana ha consacrato la sua lunga vita al servizio dei cittadini britannici e della più ampia famiglia del Commonwealth".

L'omaggio di Zelensky alla regina

Su Twitter il presidente ucraino Volodymyr Zelensky rende omaggio alla regina. "È con profonda tristezza che abbiamo appreso della morte di Sua Maestà la Regina Elisabetta II - si legge in un tweet - A nome del popolo ucraino, porgo sincere condoglianze alla famiglia reale, all'intero Regno Unito e al Commonwealth per questa perdita irreparabile. I nostri pensieri e preghiere sono con voi". 

Ad unirsi al cordoglio anche il presidente turco Recep Tayyip Erdogan. "Se gli impegni me lo permetteranno, intendo partecipare alla cerimonia", afferma il politico, come riporta la Tv di Stato turca Trt.

I figli di Harry e Meghan hanno diritto ai titoli di principe e principessa

Archie e Lilibet, i figli del duca Harry e della duchessa di Sussex Meghan Markle, hanno diritto ad essere chiamati principe e principessa. La mancanza di titoli reali era stata sollevata dai duchi come motivo di contesa col regno nell'intervista televisiva concessa alla coduttrice americana Oprah Winfrey, ma ora i due bambini possono scegliere di essere un principe e una principessa. Resta da vedere se i titoli verranno utilizzati. Il principe William e Kate, invece, sono ora il duca e la duchessa di Cornovaglia e Cambridge.

Perché Meghan Markle non ha raggiunto Balmoral con Harry

Il re Carlo III ha lasciato il castello di Balmoral

Con lui la moglie Camilla, ora regina consorte. La coppia si è diretta a Londra, dove Carlo incontrerà il primo ministro Liz Truss e dove pronuncerà il suo primo discorso alla nazione.  

A lasciare Balmoral anche Principe William, secondo nella linea di successione al trono inglese. Si congiungerà con la famiglia a Windsor.

I funerali della regina Elisabetta lunedì 19 settembre

I funerali della regina Elisabetta dovrebbero tenersi lunedì 19 settembre. Una data che non è stata annunciata ufficialmente, ma che trova come fonte Il Guardian. Prevista invece per oggi alle 18 nella cattedrale di St Paul una cerimonia religiosa di commemorazione a cui parteciperà il primo ministro. Il rito sarà aperto ai primi duemila cittadini in base all'ordine di arrivo sul posto. 

Gli ultimi giorni della regina a Balmoral, tra passeggiate e barbecue

Domani la proclamazione di Re Carlo III

Carlo III sarà proclamato re del Regno Unito domani, sabato 10 settembre, dopo essere già salito al trono in queste ore. L'annuncio ufficiale avverrà dal balcone del St James's Palace davanti al corpo cerimoniale dell'Accession Council. 

Le campane suoneranno per un'ora a partire da mezzogiorno

Le chiese parrocchiali, le cappelle e le cattedrali sono incoraggiate a suonare le campane e ad aprire per la preghiera o servizi speciali dopo l'annuncio della scomparsa della regina Elisabetta II. La guida del Consiglio centrale dei campanari della Chiesa raccomanda di suonare le campane per un'ora a partire da mezzogiorno di domani. Saranno inoltre messe a disposizione liturgie per funzioni commemorative ufficiali e preghiere speciali.

Da mezzanotte molti monumenti nel mondo spenti per lutto

Per omaggiare la Regina Elisabetta II molti monumenti, sia britannici che di altri Paesi, allo scoccare della mezzanotte sono stati spenti in segno di lutto. Spente le luci della Tour Eiffel, ed anche il London Eye ha abbassato le luci al tramonto. In una dichiarazione, l'account Twitter spiega: "Il London Eye si unirà alle persone in lutto in tutto il mondo durante questo periodo di commemorazione nazionale. In onore di Sua Maestà, spegneremo le nostre luci dal tramonto". Anche i teatri del Regno Unito diminuiranno le luci e osserveranno un minuto di silenzio, suonando l'inno nazionale. L'Empire State Building di New York è stato invece illuminato con il colore viola regale

Camilla diventa regina consorte

La moglie di re Carlo III diventa Camilla diventa regina consorte, desiderio espresso dalla regina lo scorso febbraio. L'argomento è stato delicato tra gli inglesi. Dopo il suo nuovo matrimonio con il principe Carlo nel 2005, Camilla aveva scelto di non prendere il titolo di Principessa del Galles, troppo associata alla principessa Diana che Carlo e le era stato attribuito il titolo di Duchessa di Cornovaglia. I britannici l'hanno considerata per anni una sfasciafamiglie, essendo stata l'amante di Carlo quando era sposato con la principessa Diana. E il suo nuovo titolo era stato oggetto di innumerevoli dibattiti, prima che Elisabetta II decidesse nel febbraio 2022 in occasione dei suoi 70 anni di regno, esprimendo "il sincero desiderio" che Camilla fosse conosciuta "come regina consorte" quando Carlo sarebbe salito al trono.

Camilla, 75 anni, da anni lavora instancabilmente per la corona britannica, con decine di ingaggi all'anno, al punto da diventarne un ingranaggio essenziale. Nel gennaio 2022 la regina l'aveva nominata "Lady of the Order of the Garter", la più prestigiosa cavalleria britannica. Ma ci è voluto del tempo perché quella che è stata conosciuta come la Duchessa di Cornovaglia dal suo matrimonio con Carlo nel 2005 ci arrivasse. Divorziata, madre di due figli e nonna di cinque giovani adolescenti, Camilla si è imposta piano piano. Sponsor di decine di associazioni, ha investito su temi a lei cari come la lettura, o la violenza sulle donne: cerca di visitare il più spesso possibile i centri di accoglienza durante i suoi viaggi all'estero, ha raccontato di recente a Vogue. La sua popolarità è aumentata, ma rimane uno dei membri meno apprezzati della famiglia reale, con solo il 40% di opinioni favorevoli, secondo un sondaggio YouGov del 2022. Meno della metà dei britannici l'anno scorso voleva che diventasse regina.

Draghi: "Elisabetta protagonista assoluta"

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, esprime profondo cordoglio per la scomparsa di Sua Maestà la Regina Elisabetta II. E’ stata "protagonista assoluta della storia mondiale degli ultimi settant'anni. Ha rappresentato il Regno Unito e il Commonwealth con equilibrio, saggezza, rispetto delle istituzioni e della democrazia. È stata il simbolo più amato del suo Paese e ha raccolto rispetto, affetto, simpatia ovunque nel mondo. Ha garantito stabilità nei momenti di crisi e ha saputo tener vivo il valore della tradizione in una società in costante e profonda evoluzione. Il suo spirito di servizio, la sua dedizione al Regno Unito e al Commonwealth, la profonda dignità con cui ha ricoperto la sua carica per un periodo così lungo – continua Draghi - sono state una fonte incessante di ammirazione per generazioni. Alla Famiglia Reale, ai Governi e a tutti i cittadini del Regno Unito e dei Paesi del Commonwealth, le più sentite condoglianze”.

Mattarella: Elisabetta II figura di eccezionale rilievo

"In occasione della scomparsa della Regina Elisabetta II giungano a Vostra Maestà, alla famiglia reale e a tutti i cittadini del Regno Unito le più sentite condoglianze della Repubblica Italiana e mie personali", scrive il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a Sua Maestà Carlo Re del Regno Unito. "Una figura di eccezionale rilievo entra nella storia. Se ne ricorderà l'autorevole saggezza e l'altissimo senso di responsabilità, espresso soprattutto nella generosità di spirito con la quale la Sovrana ha consacrato la sua lunga vita al servizio dei cittadini britannici e della più ampia famiglia del Commonwealth.

Nel corso di sette decenni - continua Mattarella - ha rappresentato per milioni di donne e uomini un esempio di dedizione, mantenendo uno sguardo sempre rivolto al futuro e alle esigenze dei tempi che ha attraversato. Il popolo italiano e i suoi rappresentanti istituzionali che hanno avuto l'onore di incontrare la Regina Elisabetta II ne hanno potuto ammirare la straordinaria levatura e l'ineguagliabile personalità. Con sentimenti di intensa partecipazione al lutto della famiglia reale e del Regno Unito, rinnovo le espressioni del profondo cordoglio dell'Italia ed esprimo fervidi voti augurali per l'inizio del regno di Vostra Maestà".

Biden: non vediamo l’ora di collaborare con il nuovo re

"La regina Elisabetta ha definito un'era". Lo scrive il presidente americano Joe Biden in un comunicato per la morte della regina Elisabetta, sottolineando "era più di una sovrana. Ha definito un'epoca. In un mondo in costante cambiamento, è stata una presenza stabile e una fonte di conforto e orgoglio per generazioni di britannici, molti dei quali non hanno mai conosciuto il loro paese senza di lei”. “Ha contribuito a rendere speciale la relazione tra Usa e Regno Unito", ha aggiunto Biden ricordando che era una "donna di Stato dalla dignità e dalla costanza incomparabili. La sua eredità resterà nelle pagine della storia britannica e mondiale”. “Non vediamo l'ora di collaborare con il re e la regina consorte negli anni a venire”, ha dichiarato poi il presidente americano.

Truss: "La morte della regina è uno shock per la nazione e il mondo"

La morte della regina Elisabetta "è uno shock per la nazione e per tutto il mondo". Così la premier britannica Liz Truss che ha parlato alla nazione da Downing Street. La Regina Elisabetta II è "la roccia su cui la Gran Bretagna è costruita" è un "esempio per tutti noi".

"Abbiamo perso non solo la nostra sovrana, ma la matriarca della nostra nazione, la figura che più di ogni altra ha tenuto insieme il nostro Paese, ci ha tenuti in contatto con la parte migliore di noi, ha personificato tutto ciò che ci rende orgogliosi di essere britannici". Ha dichiarato l'ex primo ministro britannico Tony Blair.

"Le mie preghiere sono per il Re e la Famiglia reale. Possa Dio essere loro accanto a confortarli nei giorni, nelle settimane e nei mesi a venire". Così l'arcivescovo di Canterbury, Justin Welby, il primate del clero anglicano.

William, il nuovo erede al trono

Da quando è nato nel 1982, il principe William è stato il secondo in linea di successione al trono: suo padre ora è ora il re, fatto che lo rende il nuovo erede al trono. Tuttavia, il principe William non diventa automaticamente principe di Galles poiché il titolo è dono del re. Attualmente è duca di Cornovaglia e sua moglie Catherine è duchessa di Cornovaglia.

Il principe William sa da tutta la vita che un giorno sarebbe diventato l'erede al trono. Dietro di lui nella linea di successione c'è il suo figlio maggiore, il principe Giorgio. Il bambino di nove anni è ora il secondo in linea di successione al trono.

La prima dichiarazione di re Carlo

Una dichiarazione è stata appena rilasciata dalla famiglia reale a nome di Carlo, il nuovo re: "La morte della mia amata madre, sua Maestà la Regina, è un momento di grande tristezza per me e per tutti i membri della mia famiglia. Piangiamo profondamente la scomparsa di un amato sovrano e di una madre molto amata. So che la sua perdita sarà profondamente sentita in tutto il paese, nei Reami e nel Commonwealth e da innumerevoli persone in tutto il mondo. Durante questo periodo di lutto e cambiamento, io e la mia famiglia saremo confortati e sostenuti dalla nostra conoscenza del rispetto e del profondo affetto in cui la Regina era così ampiamente tenuta".

re carlo prima dichiarazione-2

Il funerale della regina Elisabetta

Il funerale della regina Elisabetta sarà, secondo tradizione, un funerale di Stato. L'ultimo è stato riservato nel 1965 a Winston Churchill. L'unico monarca a non aver ricevuto un funerale di stato negli ultimi 295 anni è stato Edoardo VIII, a causa della sua abdicazione.I funerali di stato sono responsabilità dell'Earl Marshal e del College of Arms e sono finanziati con fondi pubblici.

I pensieri dei capi di Stato per la regina Elisabetta

Diversi capi di Stato da tutto il mondo hanno rivolto il loro pensiero alla regina Elisabetta: il segretario generale Antonio Guterres ha detto che i suoi "i pensieri sono con la regina, la sua famiglia e il popolo del Regno Unito in questo momento". 

La presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, ha dichiarato: "I miei pensieri e le mie preghiere sono con lei. Rappresenta l'intera storia dell'Europa che è la nostra casa comune con i nostri amici britannici, ci ha sempre dato stabilità e fiducia, ha dimostrato un immenso coraggio ed è una leggenda ai miei occhi".

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha detto tramite il portavoce della Casa Bianca che "Il pensiero del presidente degli Stati Uniti va alla regina Elisabetta II e alla sua famiglia".

Un centinaio di persone fuori da Buckingham Palace

Sotto la pioggia battente oltre un centinaio di persone è riunito davanti a Buckingham Palace, per mostrare la propria vicinanza alla regina Elisabetta, le cui condizioni di salute sono peggiorate nelle ultime ore. La sovrana si trova nel castello di Balmoral, in Scozia, dove sta convergendo tutta la sua famiglia.

Svelati i membri della famiglia reale a bordo dell'aereo atterrato in Scozia

L'aereo che è atterrato ad Aberdeen trasportava il principe William, duca di Cambridge, Andrew, duca di York, ed Edward conte di Wessex. Lo riporta la Bbc. Il fatto che così tanti membri della famiglia reale stiano arrivando in Scozia è indice della gravità delle condizioni di salute della regina Elisabetta, che al momento si trova nella residenza del castello di Balmoral, sempre in Scozia, a circa 80 chilometri da Aberdeen.

Sette membri della famiglia reale in viaggio verso la Scozia

Un volo che trasporta sette membri della famiglia reale dovrebbe atterrare a breve all'aeroporto di Aberdeen, in Scozia, secondo quanto riportato dalla Bbc. L'aereo è partito dall'aeroporto militare della Royal air force di Northolt, a Londra, ma al momento non si sa quali membri della famiglia ci siano a bordo.

I giornalisti della Bbc in nero

I giornalisti della Bbc, che ha cambiato tutta la programmazione per seguire in diretta gli aggiornamenti sulle condizioni di salute della regina Elisabetta, sono tutti vestiti in nero, come richiede il protocollo. Secondo quanto riportano numerosi media britannici si tratta di uno dei passaggi previsti dal piano "London Bridge is down" messo a punto per la morte della sovrana. 

bd53423f-9ad0-47a6-8b19-ea3a6dcf1592-2

Sarah Ferguson lascia Venezia e rientra a Roma

Sarah Ferguson, duchessa di York ed ex moglie del principe Andrea, ha lasciato Venezia, dove in questi ultimi giorni è stata ospite di Tiziana Rocca per eventi benefici e legati alla Mostra del Cinema, per fare rientro a Londra. Secondo quanto risulta all'Adnkronos, la partenza per la capitale inglese è avvenuta questa mattina, secondo il programma stabilito da tempo. Il rientro in giornata a Londra non sarebbe pertanto collegato all'aggravamento delle condizioni di salute della regina Elisabetta.

I sudditi cominciano ad arrivare a castello Balmoral

La crescente preoccupazione per lo stato di salute della Regina Elisabetta II porta decine di sudditi a radunarsi davanti al castello di Balmoral, in Scozia, dove si trova la sovrana. Agenti di Polizia presidiano l'ingresso del viale che porta alla residenza.

Tutti i figli sono sul posto

Tutti i quattro figli della Regina Elisabetta - Carlo, Anna, Andrea e Edoardo - sono arrivati a Balmoral, in seguito al peggioramento delle sue condizioni di salute. Con loro anche il principe William.

Interrotto il cambio della guardia a Buckingham Palace

Dopo le notizie sullo stato di salute della regina Elisabetta II, che si trova nella residenza reale in Scozia a Balmoral, a Buckingham Palace è stata interrotta la consueta cerimonia del cambio della guardia. Lo indica un cartello davanti al palazzo reale a Londra che recita: "Niente cambio della guardia oggi".

"Il suo corpo sta cedendo su di lei", parla la Bbc

 "Le persone che hanno visto la Regina dicono che mentalmente è acuta e  molto interessata a tutto ciò che è ancora", afferma l'ex corrispondente reale della BBC Richard Sumner. Che aggiunge: "Il suo corpo sta cedendo su di lei"  anche se non è chiaro "in che modo o quanto gravemente". 

Cosa succede in caso di morte della regina Elisabetta, il protocollo "London Bridge"

La gestione del trapasso della sovrana regnante del Regno Unito è regolata da un protocollo: l'ultima versione di quello riguardante Elisabetta II è stato denominato London Bridge, Ponte di Londra. In caso di morte della regina Elisabettaviene ufficializzata dalla parola d'ordine "Il Ponte di Londra è crollato", che una volta pronunciata fa scattare una serie di procedure che i vertici del Regno Unito dovranno seguire.

Leggi qui cosa succede in caso di morte della Regina Elisabetta

La politica in apprensione per la Regina

"Tutti noi ci sentiamo molto preoccupati per le notizie sulla salute di Sua Maestà. I miei pensieri e auguri sono con la Regina e con tutta la famiglia reale in questo momento". Così su Twitter la prima ministra scozzese, Nicola Sturgeon.

David Cameron "molto preoccupato" dalle notizie di Buckingham Palace sulla regina Elisabetta. "I miei pensieri e le mie preghiere per Sua Maestà la regina e la famiglia reale in questo momento di preoccupazione", scrive su Twitter l'ex premier britannico.

L'arcivescovo di Canterbury: "Preghiere per sua maesta"

Le "preghiere della Nazione" sono con la regina Elisabetta. Lo ha dichiarato su Twitter l'arcivescovo di Canterbury, Justin Welby, dopo la notizia che la regina, 96 anni, è sotto supervisione medica nel castello di Balmoral. "Le mie preghiere e le preghiere delle persone della Chiesa d'Inghilterra e della Nazione, sono oggi con Sua Maestà la Regina - ha affermato l'arcivescovo - Possa la presenza di Dio rafforzare e dare conforto a Sua Maestà, la sua famiglia e coloro che si prendono cura di lei a Balmoral".

Carlo, Camilla e William a Balmoral

Il principe Carlo, erede al trono, è accanto a sua madre, la regina Elisabetta. Come riporta la Bbc il principe William, figlio maggiore di Carlo, si sta dirigendo a Balmoral. Anche Camilla, la moglie di Carlo, è andata a Balmoral. La prima ministra Liz Truss ha affermato in un tweet che "l'intero paese" è "profondamente preoccupato" per la notizia: "I miei pensieri e quelli delle persone in tutto il Regno Unito sono con sua maestà la regina e la sua famiglia in questo momento", ha aggiunto.

 Anche il principe Andrea e il principe Edward si sono recati a Balmoral dalla regina le cui condizioni mediche destano preoccupazione. Sul posto sono gia' presenti il principe Carlo e Camilla e la principessa Anna. Lo riferisce l'emittente Itv.

CITYNEWSANSAFOTO_20220908142236435_e56f036b656cc78603ace6b8eed3c5db-2-2

Today è in caricamento