Lunedì, 12 Aprile 2021

Abbuffate compulsive: scoperto il farmaco che le placa

È merito di un gruppo di ricercatori italiani la messa a punto di una cura che potrebbe alleviare i disturbi alimentari dei bulimici

Chi soffre di disturbi dell'alimentazione come la bulimia e le abbuffate compulsive ha di che sperare grazie alla scoperta di un potenziale farmaco messo a punto da alcuni ricercatori italiani all'estero, ovvero la memantina, una medicina in uso per l'Alzheimer.

Pubblicato sulla rivista “Neuropsychopharmacology”, lo studio è stato firmato da Pietro Cottone e Valentina Sabino della Boston University, da anni impegnati in studi su dipendenza da cibo e abbuffate, i quali hanno spiegato di aver trovato l'area del cervello che rende possibile l'azione del farmaco testandolo su alcune cavie.

Gli esperti hanno indotto prima i topolini alle abbuffate compulsive dando loro cibi molto dolci e poi, somministrandogli il farmaco, hanno notato come proprio questo principio attivo abbia non solo bloccato le abbuffate, ma anche il desiderio irrefrenabìile di cibo e la compulsività, cioè la perdita di controllo tipica di molte dipendenze.

"Abbiamo anche scoperto che il farmaco agisce nel nucleo 'accumbens'" ha concluso Cottone, un'area neuronale non a caso già associata alla dipendenza da cibo e alle abbuffate compulsive.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbuffate compulsive: scoperto il farmaco che le placa

Today è in caricamento