Sabato, 15 Maggio 2021

Invidia nella coppia, perché la proviamo e come superarla

Questo sentimento negativo ci dice molto di noi stessi, quando lo proviamo, specialmente all'interno della coppia: ecco perché

Foto da Pixabay

Tra i sentimenti più brutti che possiamo provare nel nostro cuore, c’è sicuramente l’invidia. Come dice la radice latina della parola, in-video significa letteralmente vedere contro, infatti l’invidia ci fa guardare l’altro con un sentimento di avversione per qualcosa che lui ha o per il suo modo di essere. Nessuno ama sentirsi dire di essere un invidioso e anche rendersi conto di provare questo sentimento è una scoperta spiacevole. Pensate quando questo accade all’interno della coppia! L’invidia di coppia rientra certamente tra i sintomi di una crisi, latente o manifesta, anche quando nella relazione finisce tra gli aspetti più inconfessabili. Ma proprio per questo motivo è invece indispensabile tirarla fuori da mondo perché la presenza dell’invidia può creare tensioni e sofferenze.

Quando tra lui e lei c'è invidia

L’invidia nella coppia non è diversa da quella che si prova per parenti, amici o persino per sconosciuti: quando la percepiamo, è perché sentiamo che ci manca quel qualcosa che invece gli altri hanno e noi non tolleriamo questa mancanza, ce ne sentiamo schiacciati e diventa per noi un’ossessione. Questo sentimento comporta uno stato d’animo negativo, ci porta a vivere lo stato di vittima e, anche senza volerlo, ci fa assumere verso l’altro atteggiamenti aggressivi più o meno manifesti. Il più delle volte l’aggressività non è diretta ed esplicita: spesso comporta azioni di boicottaggio o di ipercritica continua, la propensione a vedere sempre quello che manca, quello che l’altro non ha fatto per noi, fino alle classiche “bombe intelligenti”, frasi che colpiscono il partner esattamente nel suo punto debole. Ecco perché l’invidioso, anche quando non se ne rende conto, è in lotta con il partner e cerca inconsciamente di sminuirlo, credendo che così starà meglio e ingrosserà la propria autostima

Alla base dell’invidia un problema di autostima

L’invidia si manifesta generalmente in una situazione tra pari, in cui qualcuno poi acquisisce uno status in qualche modo superiore rispetto all’altro. Chi la prova, nel paragone con l’altro, sente che gli manca qualcosa: è quindi la sua autostima ad avere dei problemi. Secondo gli psicologi di Riza.it, nel caso della coppia, vivere i successi e le qualità del partner come qualcosa che arricchisce anche noi stessi o con gioia sincera, non è sempre facile. Il rapporto di coppia ci mantiene infatti costantemente davanti all’altro e l’invidioso si ritrova così in una situazione paradossale, in cui finisce per invidiare ciò che ama del partner e per sperare che perda proprio le caratteristiche che sono quelle che l’hanno fatto innamorare.

Da cosa nasce l’invidia di coppia

La coppia condivide un quotidiano e ha un progetto di vita da portare avanti insieme, inoltre deve vivere in una complicità costante che la fortifica e la difende dalle insidie esterne, spesso deve educare i figli e mantenere bella e appagante l’intimità. Non c’è proprio posto per l’invidia all’interno delle coppia.  Ma se questo spiacevole sentimento comincia a insidiarsi tra i due, i messaggi subliminali che passano anche all’esterno sono confusi. Dall’invidia, si può degenerare in esterno a una gelosia patologica, si tende a imporre al partner una serie di divieti che alla lunga genereranno nell’altro rabbia e insofferenza.

Come superare l’invidia nella coppia

In genere chi prova invidia nella coppia tende a nasconderlo persino a se stesso, perché si sente in colpa. Per superare questo stato bisogna compiere almeno tre passaggi:

  1. Primo passo da compiere quando ci si accorge di provare questo sentimento nella coppia è ammetterlo: riconoscere che si tratta di questo sentimento e non celalro più. In secondo luogo bisogna capire da che cosa nasce questo sentimento, analizzarne le cause e ritrovare se stessi. Ricordano che il problema non sono le qualità dell’altro che noi invidiamo, ma piuttosto qualcosa dentro di noi che non va.
  2.  Per fare ciò dobbiamo imparare a essere più trasparenti e sinceri innanzitutto con noi stessi, andando alla radice di quello che siamo e di cosa ci gratifica nel profondo. Se infatti osserviamo l’invidia in maniera costruttiva, possiamo scoprire qualcosa di noi nel profondo che non sapevamo.
  3. Infine, per riequilibrare il rapporto di coppia, è fondamentale riaprire i canali di comunicazione vera. Infatti chi prova invidia non ne parla, ma dentro di sé soffre e si sente solo e inferiore. Tacendo con il partner si peggiora la situazione, mentre l’altro si sentirà attaccato senza capire il perché. Bisogna spezzare questo schema e trovare il coraggio di parlare. Provare invidia non è una colpa, ma si diventa colpevoli se la si fa diventare strumento di  attacco al partner e alla coppia. Del resto in molti casi il rapporto è effettivamente sbilanciato: uno dei due ha soddisfazioni sul lavoro, l’altro no; uno fa tanta vita sociale, l’altro no; uno ha tempo da spendere per se stesso, l’altro no. Fondamentale è parlarne e chiedere con dolcezza all’altro ciò di cui si ha bisogno.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Invidia nella coppia, perché la proviamo e come superarla

Today è in caricamento