Mercoledì, 24 Febbraio 2021

‘Bikini bridge’: uno slip per mostrare l’eccessiva magrezza

Preoccupa psicologi e medici la tendenza in voga tra le ragazze di ostentare le ossa sporgenti attraverso succinti costumi da bagno

La mania dei cosidetti ‘selfie’ dilaga imperante tra le giovani utenti dei social network, fiere dei loro corpi più o meno tonici immortalati in posizioni ammiccanti e orientati ad una schietta ostentazione.

E sarà forse proprio a causa della libera esibizione di sé, che una sorta di emulazione tra coetanee comporta la diffusione di tendenze malsane, com’è già stato per il ‘thigh gap’, lo spazio tra cosce magrissime che evidenzia un preoccupante sottopeso delle ragazze, e come adesso si verifica per il ‘bikini bridge’, ovvero quello spazio che si crea tra lo slip e il corpo quando le anche sporgono così tanto da far sembrare sospeso in aria, come un ponte, il bikini, appunto.

Le ‘seguaci’ di questa -per così dire- ‘tecnica fotografica’ non perdono occasione per pubblicare sui social le immagini in cui questo ‘ponte’ sia ben visibile, su Facebook sono nate migliaia di pagine dedicate alla nuova ossessione social, mentre su Instagram e Twitter spopola l’hashtag #bikinibridge. 

La nuova moda è stata aspramente criticata dalle associazioni femministe che hanno evidenziato ancora una volta la strumentalizzazione del corpo femminile che continua ad essere considerato dalle nuove generazioni come un semplice oggetto da mostrare online. Medici e psicologi hanno, invece, mostrato preoccupazione dato che la tendenza social potrebbe spingere moltissime ragazze e adolescenti a intraprendere diete ferree o digiuni pur di poter esibire il proprio “bikini bridge” postando una foto sul proprio profilo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

‘Bikini bridge’: uno slip per mostrare l’eccessiva magrezza

Today è in caricamento