Giovedì, 24 Giugno 2021
Donna

Black Dot Campaign, un punto nero sulle mani per denunciare la violenza domestica

Cinque milioni di fan su Facebook e già 49 persone salvate dagli abusi grazie a questa campagna: la foto di un piccolo neo sulla mano condivisa sui social per chiedere aiuto quando l'orco è dentro casa

Chiedere aiuto quando si è vittime di violenza e l’orco è dentro casa non è facile. Negli Stati Uniti è stata lanciata una campagna per aiutare chi subisce violenza a lanciare un grido d’aiuto “in codice”.

E’ l’iniziativa della “Black Dot Campaing”, una campagna su Facebook e Twitter che permette alle donne in pericolo di condividere una foto con un mano con un piccolo neo nero disegnato sopra. Un’immagine apparentemente senza senso, ma che grazie alla campagna equivale a un segnale, una richiesta (“Sto subendo una violenza, aiutatemi”) che può essere colta da tutti, parenti, amici, medici eassociazioni, e che contribuisce a mettere in moto la macchina dei soccorsi.

Finora già 49 persone sono state salvate grazie alla campagna, che su Facebook ha raggiunto i 5 milioni di fan. Nei vari post, gli organizzatori hanno spiegato come è nata l’idea, ispirata dai racconti dei sopravvissuti a episodi di violenze domestiche.

“L’idea iniziale di questa campagna era di consentire alle vittime di mettere un punto  nero sulla mano di qualcuno di cui si fidavano per dare il via a una conversazione che portasse poi a un percorso verso un intervento professionale”, si legge sulla pagina Facebook della campagna. Come ha spiegato Polly Neate, chief executive del progetto, “Può essere molto difficile e pericoloso per le vittime di abusi domestici parlare di ciò che sta accadendo loro, a causa della paura di ciò che potrebbe fare il colpevole e per la paura di non essere credute. Il punto nero potrebbe aiutare alcune vittime a comunicare l'abuso subito e  potrebbe essere utile avere una gamma di opzioni perché le circostanze variano notevolmente". 

Questa campagna mi ha dato la forza e l’idea di come chiedere aiuto - ha raccontato una donna che ha condiviso su Facebook la foto della sua mano - Ora grazie alla campagna e all’aiuto di un consulente sono finalmente al sicuro”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Black Dot Campaign, un punto nero sulle mani per denunciare la violenza domestica

Today è in caricamento