Sabato, 5 Dicembre 2020

Bustine in gel di silice: ecco 4 motivi per non buttarle

Spesso presenti nelle scatole di scarpe o nelle buste dei capi di abbigliamento appena acquistati, le microsfere contenute nei sacchetti posseggono delle sorprendenti proprietà che invitano ad utilizzarle in vari modi

A molti sarà capitato di trovarsi tra le mani dei piccoli sacchetti contenenti delle microsfere di gel di silice e di chiedersi a cosa mai possano servire così imbustate nei sacchetti in dotazione di scarpe o capi d’abbigliamento appena comprati. 

Ebbene, per non continuare a disfarsi di questa speciale sostanza che altro non è se non un essiccante utile a proteggere dall'umidità i prodotti tecnologici e manifatturieri sensibili agli agenti atmosferici e contenuti negli imballaggi, è bene conoscere le sue speciali proprietà che possono rivelarsi utilissime nella vita quotidiana per risolvere possibili problemi di ogni giorno.
 
1- Manutenzione dell’argenteria. Lasciando i sacchettini di silice dentro il cassetto dove è riposta l'argenteria, servono ad evitare che diventi scura e sporca come accade spesso.
 
2- Per recuperare lo smartphone caduto in acqua. Togliere la scheda sim e la batteria, se possibile, e conservare i componenti del telefono all'interno di un sacchetto pieno di pacchettini di gel di silice per 48 ore: l’apparecchio tornerà a funzionare ‘miracolosamente’.
 
3- Per conservare documenti e riviste al riparo dall’umidità. Le bustine di gel di silice fungono da deumidificatore e quindi, conservando i libri insieme a loro, si evita il deterioramento dovuto all’assenza di aria.
 
4- Per deodorare le scarpe. Inserendo le bustine all'interno delle calzature, il cattivo odore verrà eliminato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bustine in gel di silice: ecco 4 motivi per non buttarle

Today è in caricamento