Sabato, 31 Luglio 2021
Donna

Cambio di sesso: i 'prima e dopo' della trasformazione

Un progetto fotografico realizzato a Cuba documenta una realtà che è ancora oggi molto screditata e affida ad alcuni scatti la trasformazione fisica di coloro che hanno deciso di apparire ome ciò che hanno sempre sentito di essere

'Reassign', ovvero 'riassegnare', restituire un'identità a persone che hanno sempre sentito di essere 'altro' fino al momento fatidico della trasformazione: questo è il nome e il significato del progetto della fotografa Claudia Gonzales che, proponendosi gli obiettivi di “libertà, progresso, diversità, rispetto”, ha cercato di puntare l’attenzione sul cambio di sesso a Cuba con una serie di scatti che immortalano alcuni individui ritratti prima e dopo un intervento di chirurgia plastica.

La Repubblica cubana ha fatto grandi passi avanti in materia di diritti a partire dal 1960, quando moltissimi omosessuali erano costretti ai lavori forzati sotto il regime di Fidel Castro, ma sono ancora molte le vittime dei pregiudizi, dei tabù che rendono faticoso per i transessuali l’accesso all’istruzione e al mondo del lavoro. Alcuni di loro, in effetti, combattono la discriminazione e l'oppressione affidandosi alla prostituzione o al traffico di droga, uniche soluzioni per il sostentamento, ottenendo il triste risultato che la maggior parte della documentazione della cultura transgender di Cuba ruota intorno a queste aree marginali della vita.

Claudia Gonzales, con questo progetto, si è proposta non solo di testimoniare, ma anche di cambiare le cose affidandosi ad un centro di ricerca e istruzione, il CENESEX, che fornisce un approccio totalizzante allo studio della sessualità: “Quando ho sentito parlare di CENESEX, sentivo di essere affezionata a questa realtà e di potermi impegnare”, ha detto l’artista, “L’idea è semplice e rivoluzionaria: catturare i volti delle persone prima e dopo il loro cambio di identità”.

Ciascuno dei doppi ritratti è stato catturato nella stessa giornata, vale a dire che i soggetti fotografici non avevano subito effettive trasformazioni fisiche tra il "prima" e il "dopo ", ma le immagini rappresentano quello che la chirurgia ha potuto realizzare e mostrano davvero come l’identità iniziale sia stata rimossa nel fisico.

Il progetto di Gonzales riesce così' a combinare la testimonianza e la profondità delicatissima di un momento in cui i diritti della popolazione transgender sono forse sul punto di evolversi: “È possibile misurare l’evoluzione dei modi in cui in un Paese vengono trattate le minoranze sessuali", ha detto Mariette Pathy Allen, il fotografo che lavora per TransCuba, "Speriamo che questi cambiamenti positivi siano destinati solo a crescere nel tempo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambio di sesso: i 'prima e dopo' della trasformazione

Today è in caricamento