Giovedì, 21 Ottobre 2021
Donna

La nuova campagna choc contro l'anoressia

Con l'aiuto di Photoshop vengono accostate le immagini di una modella in carne ed ossa ad una figurina; l'effetto è davvero d'impatto

Il giornale svizzero “20 Minuten”, ben noto per le sue campagne contro l'anoressia, ne lancia una nuova con obiettivo la silhouette in passerella.

Nelle sue pagine stavolta racconta e sostiene l’iniziativa dell’agenzia brasiliana di modelle “Starsmodel”. Nelle immagini promozionali diffuse, si vedono tre modelle magrissime con a fianco dei modelli proposti dai designer: le proporzioni sottili del disegno sono uguali al confronto reale. Il paragone ha un effetto forte per l’infinita magrezza che accomuna l’essere umano al soggetto di carta. Al fianco delle modelle “umane” lo slogan “You’re not a sketch. Say no to anorexia”, ovvero, la campagna invita le modelle a riflettere perché non sono un prototipo ideale, non devono obbligatoriamente incarnare un disegno ma dire no a quello che le rende tali: l’anoressia. La campagna ha utilizzato Photoshop per rendere più efficace l’impatto al fine di dare una scossa a chi osserva.

Sembra che sia in corso una battaglia sempre più massiccia contro l'anoressia. Al contrario di prima, quando se ne parlava con disgusto e disappunto, ora si sta cercando di risolvere il disagio con fatti pratici come le campagne anti-anoressia e la promozione di forme più “solide” in passerella.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La nuova campagna choc contro l'anoressia

Today è in caricamento