rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Una mozione che fa discutere

Dopo le violenze carrozze per sole donne sui treni: la petizione fa il pieno di firme

"Abbiamo il diritto di usare i mezzi pubblici a qualsiasi ora del giorno senza paura" si legge nella petizione che ha già raccolto su change.org oltre duemila firme

Una carrozza riservata alle donne sui treni. Questa la petizione lanciata da una donna di Varese dopo la duplice aggressione sessuale subita il 3 dicembre da due ragazze, una a bordo di un treno della linea Milano-Varese e una seconda, poco dopo, all'interno della stazione ferroviaria di Vedano Olona.

Carrozze per sole donne sui treni

Nella petizione online che su Change.org ha già raggiunto oltre duemila firme si legge la richiesta di dedicare, su tutte le sue linee, la carrozza di testa alle donne. "In questo modo, a qualsiasi ora, si potrà viaggiare sicure. Abbiamo il diritto -si legge- di usare i mezzi pubblici a qualsiasi ora del giorno senza paura. In altri paesi, sui mezzi di trasporto anche locale esistono carrozze dedicate alle sole viaggiatrici".

Diverse le pendolari che supportano l'idea, come si legge nei commenti alla petizione: "Voglio sentirmi libera di muovermi da sola", "Trovo sia giusto per una donna poter viaggiare in sicurezza anche di notte", "Firmo perché le donne devono sentirsi libere e sicure ovunque", "Mi capita di viaggiare sola anche a orari serali e non mi sento mai al sicuro sul treno alle 22 sono costretta a viaggiare in prima classe per cercare di arginare il problema ma non è giusto".

Violenze sul treno dei pendolari, le due vittime: "Nessuno ci ha aiutato"

Per la violenza (una consumata, a bordo treno, ed una tentata, in stazione), sono stati arrestati un 21enne italiano e un 27enne marocchino, scoperti per caso dai carabinieri durante una festa in casa a Venegono Inferiore (Varese): i militari erano stati chiamati da alcuni vicini per gli schiamazzi e si sono trovati di fronte i due giovani, corrispondenti all'identikit dei violentatori tracciati grazie alle telecamere di sorveglianza della stazione di Vedano Olona e alle descrizioni delle vittime.

Nel frattempo, il gip di Busto Arsizio ha convalidato l'arresto. Davanti al magistrato, uno dei due ha negato di essere l'autore del gesto, mentre l'altro, contraddicendosi più volte, ha ammesso di essere stato presente ma non di aver preso materialmente parte alla violenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo le violenze carrozze per sole donne sui treni: la petizione fa il pieno di firme

Today è in caricamento