Sabato, 25 Settembre 2021
Donna

Catalogo Ikea in Arabia Saudita, da agosto ci saranno anche le donne

Il noto brand svedese ha diffuso in Arabia Saudita un catalogo privo di ogni immagine femminile, suscitando molte polemiche. A distanza di cinque mesi, nulla è cambiato, ma Ikea si impegna a rimediare in occasione dell'uscita del nuovo catalogo

Aveva promesso di rivedere il catalogo e di rimediare quanto prima il malfatto, ma è stata una promessa da marinaio, o forse, gli interessi e la posta in gioco erano talmente alti - così come il rischio di causare un serio incidente diplomatico - da obbligare la notissima azienda svedese Ikea alla cautela ad oltranza.

Difficile però associare l'immagine di questo marchio all'avanguardia, che propone un modello di famiglia rassicurante e ben più raggiungibile e realistica di quella (un po' stucchevole e irritante!) del Mulino Bianco, difficile, dicevamo, associarvi lo spirito retrogrado e misogino che ha portato l'Ikea ad eliminare dal catalogo dell'Arabia Saudita ogni immagine femminile (GUARDA IL VIDEO)

Ma come? La civilissima e socialdemocratica Svezia, icona di progressismo e liberalità, si assoggetta a un simile vile ricatto da parte di un Paese dove intende vendere i propri prodotti?

Pare proprio di sì, visto che le tante polemiche suscitate dal catalogo uscito cinque mesi fa non hanno avuto esito, così come la promessa di rimediare. A suo tempo, l'Ikea si era scusata e aveva  spiegato che le donne non erano state tolte su richiesta dei gestori sauditi dei negozi della catena, ma che si trattava solo di un errore nel processo di produzione del catalogo.

Difficile credere ad una simile coincidenza, comunque una portavoce di Ikea, Ulrika Englesson Sandman, ha recentemente annunciato che nel prossimo mese di agosto comparirà anche in Arabia Saudita il nuovo catalogo completamente rifatto, con tutte le immagini femminili al loro posto.

Ce lo auguriamo, perchè vengono i brividi al pensiero che nel 2013 persino un'azienda multinazionale leader nel suo campo  come Ikea possa assoggettarsi solo per esigenze di mercato a certe vili - e stupide - ingiunzioni.

Nella foto, un'immagine del catalogo "prima" e "dopo" l'eliminazione dell'immagine femminile

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Catalogo Ikea in Arabia Saudita, da agosto ci saranno anche le donne

Today è in caricamento