Martedì, 21 Settembre 2021
Donna Australia

Massacrata dal fidanzato geloso perché fa troppi selfie

Sokha Nuon dopo essere uscita dal coma si racconta al Daily Mail. “Voleva sapere a chi inviavo i miei selfie, ma io non avevo assolutamente nulla da nascondere”

Sokha Nuon

Alzi la mano chi, almeno una volta nella vita, non si è immortalato scattandosi un selfie? La moda piace a tutti, giovani e meno giovani ma, a quanto pare, quella foto di troppo è stato l’errore fatale che ha penalizzato Sokha Nuon, una donna di 43 anni residente a Melbourne punita dal compagno geloso e ossessionato dalla paura di essere tradito.

La notizia solo ora è venuta a galla ma, stando a quanto rivela il Daily Mail, risale al 2012 quando, un giorno come tanti la donna, rientrando a casa, è stata aggredita da quello che doveva essere l’amore della sua vita ma, in realtà, si è rivelato un uomo violento che si è accanito su di lei colpendola alla testa, ripetutamente, avvalendosi di un batticarne causandole un'emorragia cerebrale. “John diventò sempre più patetico. Ogni giorno voleva controllare il mio telefono cellulare convinto che avessi relazioni con altri uomini. Voleva sapere a chi inviavo i miei selfie, ma io non avevo assolutamente nulla da nascondere” ha raccontato la vittima.

Si dice che il tempo curi tutte le ferite, quelle di Sokha sembrebbero guarite ma la cicatrice no, quella resta e, al fine di evitare alle altre donne di trovarsi nella stessa situazione, ha deciso di raccontare la sua storia invitando chiunque a non sottovalutare quella gelosia di troppo perché, quando non è genuina, diventa pericolosa se non fatale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Massacrata dal fidanzato geloso perché fa troppi selfie

Today è in caricamento