rotate-mobile
Sabato, 2 Marzo 2024
Donna

Lo stress è nemico delle donne: aumenta il rischio di demenza

I risultati di una lunga ricerca dimostrano che coloro che hanno affrontato gravi preoccupazioni tra i 40 e i 50 anni sono più esposte a gravi patologie degenerative

Uno studio internazionale ultradecennale appena pubblicato sul British Medical Journal Open mette in guardia le donne di mezza età sullo stress e le ripercussioni che questo fattore può causare nel tempo, ovvero l’aumento del 21% del rischio di sviluppare il morbo di Alzheimer in età senile e del 15% di sviluppare altre forme di demenza.

La ricerca è iniziata nel 1968 con 800 donne che allora avevano in media 40-50 anni alle quali fu chiesto se avessero fatto esperienza dei più incisivi fattori di stress noti, tra cui divorzio, morte del partner, morte o malattia di un figlio, disturbi mentali seri o problemi di alcolismo in famiglia, se avessero disturbi del sonno o altri sintomi di disagio psicologico quali ansia, paura, irritabilità e se avessero avuto uno di questi sintomi nei cinque anni precedenti.

Considerando che una donna su quattro aveva fatto esperienza di almeno uno dei fattori di stress più comuni e un'uguale proporzione di donne di almeno due di essi, incrociando tutti i dati e le informazioni desunte dai questionari è emerso che, a parità di altri fattori di rischio noti per la demenza, le donne che hanno vissuto condizioni di stress tra i 40-50 anni avevano un rischio di ammalarsi di Alzheimer del 21% maggiore e un rischio di demenza in generale del 15% maggiore. 

È possibile che in vario modo, dunque, lo stress determini un forte contraccolpo sulla salute del cervello causando dei cambiamenti che a lungo andare risultano deleteri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo stress è nemico delle donne: aumenta il rischio di demenza

Today è in caricamento