Mercoledì, 4 Agosto 2021
Donna

Cacciata da scuola perché ha i capelli rossi: "Tingili o te ne vai"

L'inglese Emily Reay ha raccontato di essere stata messa alla porta dai suoi docenti a causa del colore della sua chioma che, sebbene naturalmente vermiglia, è stata giudicata "troppo brillante" per gli standard elevati dell'istituto

Nel bene o nel male, chi ha i capelli rossi pare essere sempre al centro di qualche discussione che alla fine sfocia in polemica e la vicenda che la 17enne inglese Emily Reay ha raccontato al Telegraph ne è l'ennesima dimostrazione.

La ragazza, infatti, si è sentita intimare dai docenti della Trinity School di "stemperare" il colore troppo brillante della sua chioma se non voleva essere esclusa dall'istituto, perché, per quanto fosse naturale e per nulla rinvigorito da tinture di sorta, appariva un eccesso per gli standard della tradizione scolastica.

"Ero molto arrabbiata, sono scoppiata a piangere" ha detto la studentessa, "nessuno mai mi aveva chiesto una cosa del genere. Il colore dei miei capelli è il mio marchio di fabbrica" ha aggiunto per sottolineare l'orgoglio 'pel di carota' che l'ha sempre contraddistinta anche come talentuosa musicista: "Tutti mi conoscono come la cantante dai capelli rossi. Per me è una questione di fiducia, se dovessi tingermi i capelli castani, avrei perso" ha ribadito.

Anche i suoi genitori Julie e Andy Reay, dopo essere andati a scuola per discutere con il preside, hanno appoggiato la scelta della figlia: "Non deve cedere a questo ricatto. Non si rendono conto di cosa significhino per lei i suoi capelli. La regola dell'istituto è chiara: no ai toni non naturali, come il verde o il blu. Il rosso non è un colore non naturale".

Determinata a non perdere lezioni importanti, Emily, allora, ha tentato il compromesso di tornare dietro ai banchi con i capelli legati, ma niente da fare, dato che il preside della scuola ha rimarcato la sua volontà e ha affermato: "Gli studenti della Trinity School hanno a modello la nostra scuola, abbiamo una politica di mantenimento di standard elevati. Tutti gli studenti sono informati su ciò che è accettabile o inaccettabile all'inizio dell'anno accademico. La maggior parte dei genitori apprezzano i nostri standard elevati".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cacciata da scuola perché ha i capelli rossi: "Tingili o te ne vai"

Today è in caricamento