Lunedì, 27 Settembre 2021
quote rosa

Una fabbrica di sole donne: l'idea di un imprenditore

In provincia di Udine si cerca manodopera femminile per la produzione di lame di precisione

Una fabbrica di sole donne. E' il progetto di Renato Railz, a capo dell'azienda friulana Eurolls - leader nel settore dei tubi e dell'industria del filo - pronto a realizzare un nuovo polo "in cui il lavoro femminile sarà una prerogativa". L'imprenditore, che al momento ha il quartier generale ad Attimis, in provincia di Udine, offre lavoro a una quindicina di donne.

L'idea

Un incontro con il sindaco di Resia Anna Micelli, ha fatto da assist all'idea dell'imprenditore impegnato con il core business nella produzione di rulli in acciaio e carburo di tungsteno che conta nel suo patrimonio tecnologico diversi brevetti industriali. Micelli ha messo a disposizione di Eurolls ex capannoni industriali, dove ora non vi è attività. "Siamo sempre in prima linea per la creazione di nuovi posti di lavoro – spiega Micelli – oltremodo, se si tratta di individuare manodopera femminile".

"Il lavoro c'è, non manca"

"Servono persone pronte a mettersi in gioco ed a lavorare" spiega Railz a Udine Today, aggiungendo: "Il lavoro c'è, non manca. Ciò che cerchiamo sono persone: nel caso specifico, donne, provenienti dal Canal del Ferro, Valcanale e dalla Val Resia appunto. Noi ci siamo. Abbiamo già due impianti produttivi in Carnia, a Villa Santina; ora, i nostri piani di espansione puntano ancora alla montagna, dove creare una fabbrica dedicata che si occupi esclusivamente della produzione di lame di precisione per il taglio di lamiere da coil e taglio tubi come del resto è già tradizione a Resia, con gli arrotini. Individuata una sede e soprattutto la forza lavoro, noi siamo pronti a partire, e ad offrire attività ad una quindicina di donne".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una fabbrica di sole donne: l'idea di un imprenditore

Today è in caricamento