Lunedì, 14 Giugno 2021
Donna

Sabrina Ferilli: "Sull'omosessualità in Italia c'è arretratezza"

L'attrice è protagonista insieme a Margherita Buy del nuovo film di Maria Sole Tognazzi, "Io e lei", una commedia su una coppia lesbica

L'Italia è l'unico Paese in Europa occidentale che non ha una legge che regolamenti il matrimonio o le unioni civili omosessuali. Forse anche una commedia sentimentale su una coppia di donne come "Io e lei", diretta da Maria Sole Tognazzi, può contribuire a sottolineare il problema. Così almeno la pensano le due protagoniste del film, Sabrina Ferilli e Margherita Buy.

"Ultimamente persino la comunità europea ci ha ripreso, su come stiamo indietro rispetto a certe cose, ma il fatto è generale - ha dichiarato la Ferilli - E' chiaro che poi ancora di più il tema dell'omosessualità ne risente di una certa arretratezza. Si è arretrati anche rispetto a coppie che devono adottare. Ricordo che fino a 7/8 anni fa un ragazzino che nasceva fuori da una relazione istituzionale di matrimonio non era riconosciuto".

Le due attrici nel film, al cinema dal 1 ottobre, danno una straordinaria interpretazione di una coppia omosessuale ritratta nella sua normalità. Sul set si è instaurato un grande feeling: "Io sono innamorata di Margherita da tanto tempo - ha spiegato l'attrice romana - Margherita è un talento straordinario, è capace, è autentica, è onesta. Insomma ha qualità importanti, molto preziose. Lei è bravissima, l'ho sempre ammirata tantissimo, anche nelle sue scelte diverse, anche nelle sue incursioni in varie cose... E queste per me, che ho sempre molta paura di fare qualunque cosa, è una grande dote, una grande capacità. E sicuramente è dovuto alla sua grande intelligenza".

Per la prima volta il cinema italiano racconta una storia d'amore tra donne. "Noi raccontiamo una storia d'amore puntando tutto sull'uguaglianza e non sulla diversità - ha spiegato la regista - non sulla straordinarietà di una relazione omosessuale ma sulla normalità, e per questo intendo sull'uguaglianza di tutte le storie d'amore. Le protagoniste sono due donne autonome che lavorano, che si svegliano la mattina, che vanno a lavorare, che tornano e che hanno la vita che desiderano: mi piace raccontare delle donne che riescono ad ottenre la vita che vogliono".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sabrina Ferilli: "Sull'omosessualità in Italia c'è arretratezza"

Today è in caricamento