rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
la 'perla' sessista del giorno

La festa degli uomini con la gara tra donne che mangiano banane: è polemica

Bufera sull'evento che ogni anno si svolge in Friuli, a Monteprato di Nimis

La festa degli uomini. Letta così - in nome della 'parità di genere' - non ci sarebbe nulla di sbagliato, ma quanto accade il 2 agosto a Monteprato di Nimis, in Friuli, fa gridare al sessismo. Nel piccolo paese in provincia di Udine ogni anno, in questa data, si svolge il discusso evento che avrebbe "origini leggendarie", come spiega la presidente della Commissione per le Pari opportunità tra uomo e donna del Friuli Venezia Giulia (Crpo), Dusolina Marcolin, che dopo aver ricevuto una segnalazione in merito alla locandina utilizzata per promuovere la festa, tuona: "Si evince un gravissimo abbassamento culturale, anche di comunicazione, che ha toccato livelli incredibili". 

Nella locandina, infatti, si annuncia per l'occasione una "Gara di mangiatrici di banane" e compare l'immagine di una ragazza che, in bikini, ne mangia una. Non solo. Sono spuntati anche video delle precedenti edizioni in cui si vedono donne in ginocchio, bendate, intente a mangiare banane, rette da uomini all'altezza della cintura. La denuncia del presidente Marcolin è durissima: "Una gara ben particolare che usa immagini e un linguaggio che offendono e violano la cultura di parità di cui tutti si fanno paladini. Mortificano e infieriscono sul sacrosanto diritto delle donne a non essere continuamente soggette a violenza, nonché ridicolizzate e banalizzate, come nel caso in questione", traducendo la festa in una forma di "denigrazione e di sessualizzazione della donna". Anche questo agire, prosegue ancora Marcolin, "costituisce una forma, neanche tanto subdola, di violenza alla quale è necessario mettere fine e, per tale motivo, la Commissione invita le donne- conclude - a non partecipare a competizioni di questo bassissimo livello, ma anche, a tutti in generale, di disapprovarne l'organizzazione perché, senza la pretesa di fare la morale a nessuno, si tratta di una questione di mancato rispetto".

La polemica ha assunto dimensioni importanti e online è stata lanciata una petizione per annullare la festa. Andrea Berra, uno degli organizzatori, replica: "Se non ci fossero concorrenti non la faremmo. E' divertente. Che dire di vulve canterine felici per il menarca nelle pubblicità degli assorbenti? O di pubblicità di donne a seno nudo in montagna? La malizia è negli occhi di chi guarda". Parole di condanna arrivano anche dal mondo della politica nazionale. Severa Laura Boldrini nel suo tweet: "Che spettacolo squallido, un concentrato di becero maschilismo. Nessuna donna dovrebbe prestarsi, neanche per scherzo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La festa degli uomini con la gara tra donne che mangiano banane: è polemica

Today è in caricamento