Sabato, 19 Giugno 2021
Donna

13enne offende la madre su Facebook, lei lo 'umilia' così

È diventata virale la lettera che una donna americana ha indirizzato al figlio dopo che il ragazzo ha scritto su Facebook di essere diventato grande e di non aver più bisogno di lei

A 13 anni Aaron, un ragazzino americano dall'ego abbastanza tronfio, si sentiva già un adulto per il sol fatto di aver iniziato a guadagnare qualche soldo in autonomia e di godere di una certa popolarità grazie ai suoi video su Youtube. 

Ma a ricordargli che certo non sono questi i 'traguardi' della vita che rendono uomo un adolescente è stata la madre Estella dopo che lui stesso l'aveva pubblicamente attaccata su Facebook per averlo rimproverato dei compiti non svolti. In sostanza, sosteneva che la donna non aveva più alcun diritto di dirgli cosa fare, che era diventato grande e sapeva come cavarsela.

Ma la donna ha visto il post del figlio e per fargli abbassare la cresta, sulla porta della sua camera ha affisso una lettera mirata a dargli una lezione sull'essere responsabili, sul rispetto e sulla finanza. 

"Il bambino avrà un brusco risveglio oggi dopo quello che mi ha detto la scorsa notte" ha scritto Estella sui social: "Non solo si ritroverà il letto senza lenzuola, ma gli confischerò anche i giocattoli e i vestiti che gli ho comprato". 

Così la madre si è quindi rivolta al ragazzo:

Poiché sembra che hai dimenticato che hai solo 13 anni e che il genitore sono io e che ritieni di non dover essere controllato, penso che debba imparare una lezione sull'indipendenza. Inoltre, dal momento che mi hai rinfacciato il fatto che ora stai guadagnando soldi, ti sarà più facile ricomprarti tutti gli oggetti che ho acquistato per te in passato. Dovrai anche svutare l'immondizia lunedì, mercoledì e venerdì così come spazzare per terra e passare l'aspirapolvere durante questi giorni. Dovrai pulire il bagno ogni settimana, prepararti i pasti e tenere pulita la tua roba. Se non fai quanto ti ho chiesto dovrai pagarmi 30 dollari ogni giorno in cui dovrò fare queste cose al posto tuo. Se invece deciderai di tornare a essere il mio bambino invece del mio coinquilino, allora possiamo rinegoziare i termini.

La lettera ha indicato anche una sorta di contratto, con una lista dettagliata di tutto ciò che Aaron avrebbe dovuto pagare da quel momento in avanti tra cui 430 dollari (380 euro) per l'affitto, 116 dollari (103 euro) per l'elettricità, 21 dollari (18 euro) per Internet e 150 dollari (133 euro) per il cibo.

Adesso l'effetto sperato pare sia stato sortito. La donna, infatti, ha raccontato che nei giorni successivi Aaron è diventato più rispettoso e ha iniziato a darsi da fare in casa. "Ho notato che sta provando a essere più coscienzioso... Tutto inizia con una luna di miele; quindi solo il tempo dirà se funziona davvero - Ma almeno per quanto riguarda questa settimana, le cose sono migliorate molto e ho alte aspettative".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

13enne offende la madre su Facebook, lei lo 'umilia' così

Today è in caricamento