rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Donna

London Fashion Week verso la chiusura, anche quest'anno ha saputo stupire

Iniziata il 15 febbraio, Londra ha visto partecipazioni del calibro di Burberry, Vogue, e Tom Ford, oltre all'esordio di Rihanna e ai rumors suscitati da Pam Hogg che ha fatto sfilare in passerella modelle completamente nude

Dopo New York è stata la volta della seconda capitale di moda per eccellenza, Londra. Lo sfavillante mondo della moda varca così l'Oceano e il London Fashion Week sfila in passerella per tutte le fashion blogger britanniche. La durata è di 5 giorni, iniziata il 15 febbraio si concluderà oggi.

Previste in tutto ben 56 sfilate e 20 presentazioni nell'elegantissima location della nota Somerset House. In passerella le più acclamate sono state sicuramente le maison di Burberry e Vivienne Westwood, ma una delle novità assolute è Tom Ford: per la prima volta sceglie Londra per la sua collezione donna. Un tripudio di stilisti britannici affermati in tutto il mondo.

In particolare la collezione Burberry Prorsum Autunno/Inverno 2013 con la sua linea di “trench kisses” di Christopher Bailey è una conferma che il marchio britannico per eccellenza, sa rinnovarsi collezione dopo collezione, mantenendo sempre quell'appeal che la rende inconfondibile.
Gli immortali trench ormai riportati in auge stabilmente, entrano in scena sulle note di “Happy Together”.
Borchie dorate, cuori, righe orizzontali, verticali, coloratissime; questi i materiali di punta per i trench.
Si osa poi con un maculato e zebrato dalle linee miti per le borse.
Suggestiva l'aria che si respirava durante la sfilata; Bailey ha scelto di sfilare poco prima del tramonto su una piattaforma eretta nei Kensington Gardens, da un lato i prati di Hyde Park e dall'altro la Royal Albert Hall.

Sfilata attesa poi quella che vedeva il debutto londinese di Tom Ford, sempre in serata, che ha attirato ospiti d'eccezione; dalla direttrice di Vogue US Anna Wintour, alla collega di Vogue Italia Franca Sozzani.
La sua vera innovazione è digitale: si chiama 'smart personalisation' attraverso la quale prende vita la storia creativa dietro ogni capo e accessorio. Ognuno di questi contiene una tecnologia, con chip compreso, che rivela immagini video attraverso le quali si ripercorre a ritroso il viaggio per la sua realizzazione. Quando entra in contatto con un dispositivo dotato di touch screen, ogni articolo rivela un'esperienza video che segue la sua realizzazione artigianale, inclusi gli schizzi originali, le modifiche di sfilata, l'artigianalità e la personalizzazione.

Le London Fashion Week passate

Non manca un incursione musicale per l'evento: è l'esordio nella moda della cantante Rihanna. Inedita collaborazione con il marchio River Island; la giovane RiRi si unisce alla lunga lista di celebrità sedotte dall'universo della moda.
Così, dopo Victoria Beckham , Madonna, Kate Moss, Adele ( richiesta proprio dalla maison Burberry per la sua linea dedicata alle “forme abbondanti”) ed in ultimo Belen con il suo marchio “imperfect”; ora anche l'artista venticinquenne propone il suo gusto per abiti e accessori.
La collezione da lei presentata vantava 120 pezzi, ma gli spettatori più che per i suoi vestiti, che non sono stati una genialità del disigner, erano li per la pop star ed attirati dalla sua fama. Le sue creazioni saranno poi in vendita a partire dal 5 marzo.
 
Curiosità anche per la presentazione delle creazioni di L'Wrenn Scott, compagna di Mick Jagger, che veste già regolarmente star del calibro di Nicole Kidman e Penelope Cruz.

Ma il designer che ha riscosso più rumors è sicuramente Pam Hogg che ha fatto sfilare in passerella delle modelle completamente nude! Londra quest'anno ha saputo decisamente stupire.

La London Week si concluderà oggi dopo aver dato spazio sulle passerelle a : Simone Rocha, Lucas Nascimento, Paul Costelloe, Anya Hindmarch, Roksanda Ilincic, James Long Women, Emilio de la Morena, Nasir Mazhar, Meadham Kirchhoff, Ashish, Tata-Naka, Ostwald Helgason, Maria Grachvogel, Aminaka Wilmont ed in ultimo Haizhen Wang.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

London Fashion Week verso la chiusura, anche quest'anno ha saputo stupire

Today è in caricamento