rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Donna

Louis Vuitton ‘sfida’ i comunisti: una mega-valigia disturba la Piazza Rossa

È polemica a Mosca per la mastodontica istallazione della maison francese che resterà nei pressi del mausoleo di Lenin per tutto il periodo natalizio

Un’enorme ‘valigia-casa’ con logo Louis Vuitton campeggerà sulla Piazza Rossa di Mosca, proprio a ridosso del Cremlino, almeno fino al 19 gennaio e questo ai comunisti proprio non va giù.

Per quanto l’idea, a metà tra arte e pubblicità, si collochi nell’ambito di un'iniziativa benefica volta a raccogliere fondi in favore di una organizzazione non governativa, la trovata non è piaciuta affatto ad alcuni politici e cittadini che non vedono di buon occhio l’imponente struttura che ospita una mostra di antichi bauli della blasonata casa di moda, affiancati da video-installazioni.

Particolarmente infuriati sono, appunto, i comunisti, visto che a due passi dalla mega-valigia si trova il Mausoleo di Lenin, e a anche la Camera Pubblica, organo consultivo del parlamento, ha chiesto spiegazioni, sollecitati dalle dichiarazioni del leader nazionalista Vladimir Zhirinovski che ha tuonato: "Sulla piazza Rossa in questi giorni devono starci l'albero di Natale, la pista di ghiaccio per i bambini, Nonno Gelo e Biancaneve, non un baule di un marchio straniero".

L’iniziativa è difesa da Gum, i grandi magazzini con vetrine sulla piazza Rossa dell'evento che hanno organizzato l’evento, che, puntando sulla filantropia della trovata, hanno risposto: "Quanto all'utilizzo degli spazi pubblici, abbiamo chiesto il permesso agli organi federali", come dire: “c'è l'ok del Cremlino e questo vi basti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Louis Vuitton ‘sfida’ i comunisti: una mega-valigia disturba la Piazza Rossa

Today è in caricamento