Mercoledì, 3 Marzo 2021

Mamme a lavoro da casa, le regole per sopravvivere (e non avere nostalgia dell'ufficio)

Tutti i vantaggi di lavorare da casa, anche quando ci sono in giro bambini piccoli: ecco come sfruttare al meglio la situazione

Foto da Pixabay

Da quando è arrivata l’emergenza Covid molti italiani hanno scoperto la modalità di lavoro in smart working, ovvero da casa propria. Ma c’è anche chi da sempre ha l’ufficio tra le mura domestiche, scelta che può comportare numerosi vantaggi, specialmente quando ci sono in famiglia dei bambini. Ma proprio in questo caso, e specialmente per le mamme, districarsi tra impegni professionali e cura dei figli può non essere così semplice. Vediamo allora alcuni consigli insieme al sito QuiMamme.

Le regole per lavorare bene da casa con i figli

Sfruttare il mattino

Il mattino ha l’oro in bocca. Per sfruttare al meglio la giornata, conviene alzarsi un po’ prima e mentre i bimbi dormono cominciare a lavorare su alcune delle attività previste nella giornata o approfittare di questo tempo per mettersi in pari con pratiche e consegne rimasti indietro il giorno precedente.

Flessibilità

Quando si lavora da casa con i bambini che vanno in giro, bisogna saper gestire le situazioni. darsi piccoli obiettivi possibili e fare soste frequenti, con la consapevolezza che mentre si sta lavorando potrebbe insorgere un’emergenza per un litigio tra fratelli o per un capitombolo va affrontata subito, anche se ciò significa scombussolare i piani.

Darsi il cambio con il partner

Se in famiglia entrambi i genitori lavorano da casa, conviene mettersi a tavolino e definire a priori una ripartizione delle cosa da fare e dei compiti di accudimento dei figli, considerando le necessità e gli impegni di ciascuno. Così ad esempio sarà possibile far lavorare di più la madre di mattina e il padre di pomeriggio, in modo che ci sia sempre un adulto a sorvegliare i piccoli, mentre l’altro si può concentrare sul lavoro e successivamente si invertano i ruoli. 

Ottimizzare i tempi nel riposo

Per sfruttare al massimo ogni momento, fondamentale è il sonnellino pomeridiano, il momento del cartone animato preferito oppure mettere a letto i bambini in prima serata. In questi tempi di relax dei bambini si potrà dare il massimo sotto il profilo del lavoro, mantenendo un po’ di tempo per rilassarsi insieme a loro per quando si saranno completate le consegne più urgenti.

Collaborazione, fa bene a tutti

Anche se per l’adulto le cose si complicano, per un bambino avere i genitori a casa è una grande gioia, ecco perché hanno bisogno di ricorrere spesso a mamma e papà richiamando la loro attenzione, anche se sanno che sono impegnati. Specialmente se sono grandicelli, è bene spiegare loro sin dall’inizio che i genitori hanno bisogno di un tempo per concentrarsi e lavorare, ma anche precisare che sarà possibile di tanto in tanto fare delle soste tutti insieme per una coccola o una merenda. E’ importante coinvolgere i bambini e far capire loro che si è parte di una stessa squadra e ci sono delle regole di comportamento chiare.

Impegnare i bambini

Ci sono vari modi per intrattenere i figli mentre si lavora da casa. Per i più piccoli si può ricorrere a delle scatole piene di tanti giocattoli diversi, da consegnare loro nel momento in cui si ha bisogno di pace, chiedendo ai bimbi di estrarre dalla scatola gli oggetti, uno dopo l’altro, e di giocarci. Anche la tecnologia può essere utile, ma senza abusarne: no a lasciare i piccoli dietro ai cartoni pomeriggi interi, sì facendo ascoltare loro podcast oppure audiolibri, da ascoltare seduti sul divano.

Condividere gli spazi

Anche se non sembra funzionale, sarebbe utile non chiudersi in una stanza diversa, ma condividere un unico spazio di lavoro e gioco. Il genitore lavora al computer su un tavolo, i bimbi giocano tra divani, tappeto e poltrone. Creare un angolo speciale con i giocattoli preferiti può diventare lo spazio per i più piccini, mentre i bambini più grandi che sanno leggere e fanno compiti possono sedersi allo stesso tavolo e svolgere le loro attività. 

In questo modo si può scoprire che, in fondo, lavorare da casa e avere i figli in giro per il salotto tra una pratica e l’altra può essere piacevole e meno stressante che andare ogni mattina in ufficio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mamme a lavoro da casa, le regole per sopravvivere (e non avere nostalgia dell'ufficio)

Today è in caricamento