Lunedì, 20 Settembre 2021
Donna

Marilyn Monroe, a 53 anni dalla morte la rivelazione choc

L'agenzia di pompe funebri che si occupò di vestire la salma racconta in un libro dettagli sconvolgenti

Intorno alla morte di Marilyn Monroe c'e sempre stato un alone di mistero che perdura anche oggi. La diva, vera icona degli anni '50, è stata trovata senza vita nella camera da letto della sua villetta di Brentwood, a Los Angeles, il 5 agosto 1962 (aveva 36 anni). Secondo l'autopsia si trattò di suicidio dovuto all'eccessiva assunzione di barbiturici, ma le ipotesi di omicidio e complotto si susseguirono per anni.

L'ultima rivelazione arriva in questi giorni dai due impresari di pompe funebri che si occuparono della salma di Marilyn: "Quando rimuovemmo il lenzuolo che la copriva era quasi impossibile credere che fosse il corpo di Marilyn - hanno raccontato nel libro 'Pardon My Hearse' - Sembrava molto più vecchia dell'età che aveva. Era trascurata e ovviamente le circostanze della morte avevano aggravato le sue condizioni. Era irriconoscibile".

"Marilyn era morta a faccia in giù, quindi c'erano macchie viola sul suo viso e il collo era molto gonfio - hanno spiegato - Aveva i capelli crespi e piuttosto corti, ma soprattutto non li aveva tinti da tempo. I peli delle gambe non erano stati rasati da più di una settimana, e le sue labbra erano molto screpolate".

L'attrice, stando al racconto dei necrofori, si era lasciata andare e ci sono voluti diversi interventi di incisioni e imbalsamazione per farla tornare la "vera" Marilyn, la diva simbolo di un'intera generazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marilyn Monroe, a 53 anni dalla morte la rivelazione choc

Today è in caricamento