Sabato, 18 Settembre 2021
Donna

Nozze, corna e sesso: i contratti segreti dei matrimoni vip

Da quelle imposte da Jennifer Lopez ai cavilli richiesti da Madonna, le clausole contrattuali che hanno regolato alcuni matrimoni tra i più chiacchierati

Tra l'intenzione di diventare marito e moglie e l'effettiva pronuncia del fatidico "sì, lo voglio", c'è tutta una serie di adempimenti burocratici da compiere che se per la gente comune passa attraverso pubblicazioni e faccende anagrafiche, quando si tratta di personaggi dello spettacolo assume la veste di una vera e propria stipula contrattuale, con tanto di cavilli legali e clausole rescissorie molto onerose.

Da principio fu quello tra Jackie Kennedy e Aristotele Onassis, un contratto di nozze destinato a restare negli annali per la precisone con cui prescriveva un tetto per le spese voluttuarie, un tot per gli abbandoni, una trattenuta per le emicranie, 25 miliardi di risarcimento in caso di divorzio o morte, non più di un rapporto sessuale al mese, tre miliardi all'anno di 'paghetta' e altre 'stranezze' da scatenare fantasie scandalizzate, ma da allora altre e tante sono state le nozze blindate da clausole regolanti soprattutto prestazioni sessuali e risarcimenti per eventuali tradimenti che adesso sono stati svelati dal sito Gazoo.

- Madonna ha regolato il suo legame con il regista ormai ex marito Guy Ritchie stabilendo che lui avrebbe dovuto prendere il controllo della situazione nei momenti critici per il desiderio 'concentrandosi sull'espressività di lei'.

- Jennifer Lopez, nonostante alla fine non abbbia convolato a nozze con Ben Affleck, aveva preparato e firmato con lui una clausola prematrimoniale che prevedeva un 'minimo sindacale' di quattro rapporti sessuali a settimana perché troppo timorosa di essere tradita.

- Joanna Krupa, la modella 35enne moglie del magnate Romain Zago, si è fatta assicurare almeno tre rapporti sessuali a settimana con una bella firma in calce ad un foglio: "È molto vogliosa, ha insistito molto perché firmassi questa clausola, avrebbe rivelato lo stesso proprietario dei locali notturni americani.

- Jessica Biel, moglie di Justin Timberlake, ha stabilito una vera e propria polizza assicurativa in caso di 'corna' che costerebbero al fedifrago la somma considerevole di 500mila dollari, sufficienti per fargli passare qualsiasi fantasia.

Perchè va bene l'amore e il sentimento, ma 'finché morte non li separi' devono pur essere certi che tutto fili per il verso giusto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nozze, corna e sesso: i contratti segreti dei matrimoni vip

Today è in caricamento