Lunedì, 27 Settembre 2021
Donna

Prendere a morsi la persona che ami: uno studio spiega perché

Si tratta della cosiddetta "aggressione tenera", almeno secondo gli studiosi dell'Università di Yale

A chi non è capitato di dare o ricevere morsi? Un istinto, o un gioco tra innamorati, che adesso ha anche le sue basi scientifiche.

Secondo un gruppo di studiosi dell’Università americana di Yale, infatti, prendere a morsi la persona che si ama è un atteggiamento chiamato “aggressione tenera”. Una sorta di meccanismo di controllo ed equilibrio delle nostre emozioni.

In altre parole, quando si sente il bisogno di mordere qualcuno significa che il sentimento provato è così forte che non si è capaci di controllarlo. “L’uomo utilizza diversi meccanismi regolatori che permettono di controllare ed equilibrare le proprie emozioni - spiega la professoressa Oriana Aragón - In questo caso succede che esprimiamo i nostri sentimenti in modo inaspettato, con delle azioni che apparentemente dicono il contrario a ciò che realmente sentiamo e sembra che questi meccanismi giochino un ruolo fondamentale nel mantenere il nostro equilibrio emozionale”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prendere a morsi la persona che ami: uno studio spiega perché

Today è in caricamento