rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Donna

Profumo di shopping: così ci spingono a comprare

Con l’odore di vaniglia si comprano capi d’abbigliamento, con quello di pino si firmano contratti si compravendita: è il neuromarketing, la scienza che studia il modo per sollecitare il cliente all’acquisto

Si chiama ‘neuromarketing’ la ormai diffusissima strategia di vendita utilizzata dalle aziende e basata su studi psicologici, indagini sul comportamento e tecnologie d’avanguardia per indurre il cliente all’acquisto dei prodotti esposti.

In pratica, consiste nel coinvolgere tutti i sensi del consumatore, dall’olfatto alla vista, così da creare in lui più o meno consciamente una forte fidelizzazione e incrementare la volontà di restare tra quegli scaffali il più a lungo possibile, favorendo così il processo volto all’acquisto. 

Nel 2007 lo psicologo Eric Spangenberg ha scoperto che diffondere profumo di vaniglia in un negozio di abbigliamento femminile fa raddoppiare le vendite, così come l’odore del pane fresco nei supermercati, 9 volte su 10 si trova vicino all’entrata per stimolare l’appetito e far percepire come freschi anche prodotti che non lo sono. L’esperto, inoltre, ha spiegato che i profumi semplici siano molto più efficaci di quelli complessi per incrementare l’acquisto, come l'odore dei rami di pino a Natale o il profumo di biscotti appena sfornati per la compravendita di un appartamento. 

Ma l’olfatto non è l’unico senso ad essere coinvolto nella subdola tecnica di induzione allo shopping e anche la vista è nettamente implicata nei suoi meccanismi: il guscio delle uova, per esempio, da che era bianco, negli anni è diventato marroncino proprio per una trovata degli esperti di marketing, che hanno ritenuto che quello sia un colore che richiami scenari bucolici e perciò vende di più se accompagnato al giallo carico di certi tuorli, ottenuto dando più vitamine alle galline. 

Inoltre, anche la disposizione spaziale degli oggetti ha un peso molto rilevante sui comportamenti dei consumatori, tanto che ormai il neuromarketing che li analizza e trova la soluzione più adatta per invogliare all'acquisto, è diventata una vera e propria scienza alla quale i commercianti si affidano sempre più per incrementare le vendite.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Profumo di shopping: così ci spingono a comprare

Today è in caricamento