rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Donna

Da Gassman a Prandelli, gli uomini gridano no alla violenza sulle donne

Sono tanti i personaggi dello spettacolo che aderiscono alla campagna ‘Noi no’ per contrastare gli abusi perpetrati sulle donne, mettendo la loro faccia sui manifesti

Un coro di ‘noi no’ si leva dal mondo dello show biz maschile e lancia un messaggio di forte opposizione alla violenza sulle donne nell’ambito della campagna di comunicazione ‘noino.org’ che, per tutto il mese di novembre, sarà diffusa in Emilia Romagna e in Lazio. 

Nato a Bologna l’anno scorso da un bando promosso dalla Fondazione del Monte su idea dell’Agenzia di Comunicazione “Comunicattive”, il progetto chiede agli uomini di “metterci la faccia” in prossimità della giornata del 25 novembre dedicata proprio al contrasto degli abusi verso le donne: parole come tormentare, molestare, controllare, isolare, ricattare, spiare compaiono come messaggi sui manifesti su cui il volto di Claudio Bisio, Daniele Silvestri, Alessandro Gassmann e Cesare Prandelli testimoniano che la violenza spesso non è solo fisica, ma anche psicologica. 

A tal proposito, il ct della Nazionale Cesare Prandelli ha spiegato di aver aderito "per lanciare con forza un segnale di civiltà contro un problema che riguarda gli uomini, a prescindere dalla loro condizione culturale o sociale”: “La violenza contro le donne - ha detto il ct - è un atto di prevaricazione inaccettabile che non può trovare posto in una società che si definisce moderna. Mettiamoci la faccia, facciamo sentire alle vittime il nostro sostegno, quella solidarietà che stimola il coraggio di denunciare e rivendicare il diritto alla libertà". 

La campagna (che ha raccolto 3.330 adesioni e 8.430 'like' su Facebook) sarà diffusa fino a fine mese con locandine, affissioni stradali e cartoline.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Gassman a Prandelli, gli uomini gridano no alla violenza sulle donne

Today è in caricamento