rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Donna

A Montecitorio, aperto un parrucchiere riservato alle deputate

Senza ulteriori costi nè nuove assunzioni, al servizio di barbiere della Camera verrà affiancato quello di parrucchiere per signora: uno dei risultati delle pari opportunità

Prossima apertura: parrucchiere per Signora… Deputata. A Montecitorio inaugura un salone di bellezza per le lavoratrici che, in virtù dell’aumento delle quote rosa tra i deputati (circa il 30%), affianca il già ben frequentato barbiere riservato agli uomini. 

È stata il presidente della Camera Laura Boldrini, attraverso una delibera del Collegio dei Questori, a volere che shampoo, messa in piega, colore e magari anche permanente e shatush, fossero appannaggio delle donne che affollano le stanze del potere, iniziativa che, comunque, non comporterà nuove assunzioni né aumenti dei costi: saranno, infatti, gli attuali coiffeur a modificare il loro lavoro e ad allungare il listino prezzi, tant’è che i sette barbieri, specializzati soltanto in barbe e rasature, hanno dovuto fare un corso accelerato per apprendere le nozioni di coiffeur femminile. 

Il tariffario, dunque, sarà aggiornato con i 18 euro per lavare e acconciare i capelli delle deputate, mentre invariati restano tutti gli altri prezzi, ovvero taglio e shampoo 18 euro, frizione extra 6euro; barba 8 euro; shampoo 8 euro; taglio 15 euro.

E dando un’occhiata alle tabelle sulle retribuzioni del sito della Camera, i barbieri rientrano nella categoria degli operatori tecnici al pari dei falegnami, dei baristi, degli elettricisti e dei centralinisti. Appena messo piede a Montecitorio, un barbiere/parrucchiere guadagna circa 30.351 euro l’anno (quasi 2.600 euro al mese), cifra che dopo il decimo anno arriva a 50.545 euro, dopo vent’anni sale a 89.528 euro e dopo quarant’anni di servizio raggiunge quota 136 mila euro. Come però specifica Roberto Natale, portavoce del presidente della Camera, “nella vicenda Laura Boldrini non ha svolto alcun ruolo, al punto da averla appresa dai giornali. Della questione si è occupato il Collegio dei Questori, sollecitato da numerose deputate ad assicurare un servizio adeguato all’accresciuta presenza femminile di questa legislatura”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Montecitorio, aperto un parrucchiere riservato alle deputate

Today è in caricamento