rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Donna

L’estate mette paura: ansie e timori degli italiani in vacanza

Molte sono le preoccupazioni che assalgono proprio quando tensioni e stress dovrebbero essere lasciati in città: ecco quali

Ma quale relax e relax…. Anche le ferie, a loro modo, stressano e mettono a dura prova la capacità di abbandonarsi completamente al meritato riposo. 
Complice il maggiore tempo a disposizione per riflettere e trovarsi a tu per tu con se stessi, molti si lasciano sopraffare da ansie e timori che, proprio per la loro rilevanza, vengono monitorati da un osservatorio appositamente pensato per misurare le preoccupazioni degli italiani in vacanza.

Attraverso 12 focus group effettuati in luoghi diversi di tutto il territorio nazionale, su un campione di uomini e donne rappresentativo del target tra i 24 e i 55 anni, è stato rilevato che “le cause di stress legate al controllo sono senza dubbio le più comuni”, spiega Roberto Re, Presidente dell’Osservatorio e mental coach di manager e di sportivi, il quale evidenza come alla base vi sia soprattutto l’attuale crisi economica: nei momenti difficili, infatti, si tende a pensare che distogliere l’attenzione dagli impegni lavorativi coincida con il perdere delle opportunità professionali, di cui inevitabilmente approfitterà qualcun altro.

Le ragioni di ansia più diffuse sono prevalentemente legate ai furti in appartamento, che riguardano il 51% degli intervistati, mentre il 44% non riesce a godersi la vacanza a causa di preoccupazioni economiche, che portano a pensare con frequenza a quanto si potrebbe risparmiare rimanendo in città. Un altro 32% vive male gli spostamenti a causa del disagio fisico provocato dal viaggio, come mal d’auto, mal di mare o paura di volare e meno diffuse ma molto comuni, sono le paure legate agli spazi molto ampi o, al contrario, a quelli chiusi.

C’è poi chi denuncia un forte fastidio nel contatto fisico (la cosiddetta misofobia) e chi teme di trovarsi in ambienti poco puliti ed evita addirittura di fare il bagno perché ossessionato dall’igiene.
“Al di là di casi definiti patologici e che richiederebbero senza dubbio l’aiuto di uno psicoterapeuta, la prima azione per godere la vacanza e cercare di allontanare i pensieri negativi è quella di evitare di focalizzarsi sul malessere che genera la tensione” spiega Re, che aggiunge: “Un buon metodo è cercare di tenere la mente libera e indirizzarla verso l’obiettivo della vacanza stessa, che deve essere occasione di divertimento e relax".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’estate mette paura: ansie e timori degli italiani in vacanza

Today è in caricamento