rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Donna

E' inverno, il sesso non va in letargo. Ma se ci si mette il pigiama....

Le rigide temperature costringono a coprirsi, talvolta a scapito di sensualità e sex appeal

Non prendiamoci in giro: essere sexy d'inverno è difficile. L'immagine delle quattro donne di Sex and the City che sfidano il gelo neweyorkese a gambe sfacciatamente nude, appena coperte da abitini leggeri, è un'illusione cinematografica bella e buona, che esaspera ogni tentativo di emulazione e cozza con l'amara certezza che seta e lana, flanella e pizzo, nell'armadio di una comune mortale non riescano a convivere. E chi ci prova, checché ne dica, il giorno dopo fa i conti con i malanni che conseguono all'imprudenza di aver sfidato l'antica legge del "copriti, fa freddo". Ma la donna non vuole, non può rinunciare a sedurre nemmeno sotto lo zero di temperature impietose e aguzza l'ingegno, per cercare di rimediare all'impossibilità di affidare alla pelle nuda l'attività di adescamento del genere maschile.

Di giorno, punta di forza di un corredo potenzialmente conturbante sono i leggins, fascianti e compatti, che riparano senza svilire la silhouette e la
valorizzano,
ammesso che qualcosa da valorizzare ci sia, dato che queste braghe modaiole -un ibrido perfetto tra pantaloni e calze- sono l'arma a doppio taglio per coloro che cedono alla democrazia della taglia unica e cadono nella trappola dell' "effetto insaccato", spauracchio impietoso per gambe non propriamente snelle. Tra maglioncini a dolce vita e cardigan più e meno avvolgenti, rinunciare al tacco alto è impensabile, per cui via libera a tutti i modelli di stivali che riescano a coniugare il tepore di un tessuto che avvolge fino al ginocchio con la levatura di centimetri che slanciano la figura.

Ma se per affrontare la giornata si ricorre all'espediente della foggia "a cipolla", che consente di "sbucciarsi" dagli strati di vestiti a seconda delle temperature, è la sera e -ancor più- la notte il momento più complesso in cui ammantare il sex appeal senza restare folgorati dallo sgomento polare.

Pigiami felpati e coperte di pile, per quanto universalmente riconusciuti come rimedio anti gelo, sono in assoluto i deterrenti ideali per i "molesti" istinti maschili, insieme alle camicie di flanella con pupazzi e cartoni animati che augurano "bonne nuit" attraverso discutibili didascalie. Respinta la possibilità di spogliarelli imbalsamati per la rigidità di movimenti intirizziti, by-passare l'intermezzo appare il rimedio migliore e scegliere pigiami semplici la scelta più sagace, magari optando per i modelli maschili abbottonati davanti, che sembrano gli indumenti migliori per patteggiare la condanna di patire un freddo con una mise notturna decorosa. E se per l'uomo medio il modo migliore per raggiungere "temperature bollenti" è quello di scoprirsi senza veli sotto le spoglie di uno yeti, alla fine ciò che conta davvero è essere sexy sotto le lenzuola e quindi schivare i convenevoli di un vestiario da notte che, si spera, lasceranno comunque il tempo che troveranno.

Alcuni dei tanti modelli di pigiami anti sesso

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' inverno, il sesso non va in letargo. Ma se ci si mette il pigiama....

Today è in caricamento