Lunedì, 22 Luglio 2024
Donna

"Belli così": ragazzi con la sindrome di Down come non li avete mai visti

Una fotografa ha realizzato un progetto che ha reso modelli e modelle per un giorno persone affette dalla particolare condizione cromosomica, per dimostrare che anche loro possono condurre una vita serena come chiunque

"Volevo mostrarne la bellezza dei ragazzi con la sindrome di Down, la loro spensieratezza e vicinanza a noi. Perché non potrebbero truccarsi come desiderano, con un rossetto rosso per esempio, o indossare un abito di Moschino?": già, perché non potrebbero?

È questa la domanda che la fotografa tedesca Dai Lyn Power, alias Linda Dajana Kruger, si è posta e "come vorreste essere visti dal mondo esterno?" ha chiesto ai protagonisti del suo progetto che è una rassegna fotografica unica, curiosa e bellissima proprio per l'intento di voler raccontare, attraverso le immagini, scorci della loro realtà.

"Questo è quello che volevo raccontare. Per esempio, una delle ragazze ritratte mi ha detto che il suo sogno era quello di poter lavorare come modella. Posare per un giorno davanti al mio flash, con cambi d’abito e una truccatrice tutta per lei, era un desiderio che si realizzava", ha dichiarato l'artista che ha saputo cogliere il lato più spontanei di questi eccezionali 'fotomodelli'.

Essere affetti dalla sindrome di Down significa avere un cromosoma in più, precisamente il 21, o - meglio - avere nella coppia di cromosomi numero 21, tre cromosomi invece di due. Non si tratta di una malattia, bensì di una condizione genetica, motivo per cui non si cura, ma non comporta che chi ne è colpito non possa, con le dovute attenzioni e a dispetto dei numerosi luoghi comuni, condurre la vita serena che questi scatti dimostrano stupendamente.

Ragazzi con la sindrome di Down nelle foto di Dai Lyn Power'

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Belli così": ragazzi con la sindrome di Down come non li avete mai visti
Today è in caricamento