rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Donna

Rupert Sanders, padre di famiglia o seduttore?

Dopo l'ammissione del flirt tra Kristen Stewart e Rupert Sanders, la vita privata del regista di Biancaneve è più che mai nel mirino del gossip

Forse avrebbe preferito che il suo nome e le sue foto facessero il giro del mondo in relazione ai suoi successi professionali, fatto sta che Rupert Sanders si deve accontentare della cover di Us Weekly e People per un motivo ben più frivolo, l'ormai arcinoto flirt con l'attrice Kristen Stewart.

E mentre lei fa pubblica ammenda della scappatella (a lato una foto del "fattaccio"), chiedendo perdono al partner Robert Pattinson, i professionisti del gossip accentrano l'attenzione sull'affascinante regista di "Biancaneve e il cacciatore", il cui fascino ha fatto perdere la testa - almeno per qualche attimo - alla bella e fino ad ora fedele Kristen. 

Setacciata minuziosamente, la vita privata di Rupert ha rivelato secondo People alcuni interessanti retroscena, tutt'altro che di tipo scandalistico.

Anzi, tutto sembra confermare che anche per il regista si è trattato di un "coup de foudre" inaspettato, e non di una tendenza abituale al "bighellonare" amoroso.

Descritto come un "family man", il quarantunenne Sanders è molto legato alla moglie e ai figli, ed ha voluto che questi ultimi recitassero nel suo film. Skyla, sette anni, e Tennyson, di 5, compaiono infatti nella scena finale di "Biancaneve".

Ama la moglie, o almeno l'amava, tanto è vero che ha rilasciato dichiarazioni di questo tipo a proposito del loro primo incontro: "Ero a una festa una notte e appena questa bella è entrata nella stanza ho saputo che l'avrei sposata".

Quale donna non vorrebbe sentir dire dal marito la stessa cosa? Evidentemente Rupert è un uomo terribilmente romantico, cosa che non è certo sfuggita a Kristen.

Il regista, che è nato a Londra ma si è perfettamente adattato alla vita californiana, è però anche un uomo pratico: "Vivere sulla West Coast è come vivere in campagna, ma il centro dell'industria cinematografica è a 30 minuti".

Quanto alla moglie di Rupert, dopo un primo momento in cui ha difeso il marito negando tutto, ha rilasciato alla stampa una dichiarazione parafrasando,pare, nientemeno che Marylin Monroe.

Il succo della frase è più o meno questo: "A volte qualcosa deve finire perchè ne possa cominciare una migliore". Non sembra anche a voi che si preparino tempi bui per Rupert?

Rupert Sanders, il regista di "Biancaneve"

 

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rupert Sanders, padre di famiglia o seduttore?

Today è in caricamento