rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Donna

Le mogli in carriera fanno paura, gli uomini prendono il Viagra

Secondo una ricerca danese questa categoria di donne provocherebbe negli uomini problemi di autostima a letto

La virilità del maschio è minata dalla donna moderna. In che modo? Dalla sua entrata in carriera a cui, checché se ne dica, ancora nel 2013 l'uomo non si è abituato.

Non solo le mogli, fidanzate, amanti hanno fatto la loro entrata in scena da tempo nel mondo del lavoro, ma ci riescono con eccellenti risultati, non poco frequentemente sono anche migliori della controparte maschile. Questo metterebbe ansia all'uomo che si vede continuamente costretto a stare al passo della donna, per non essere da meno e si ripercuote nella vita sessuale.

L'uomo infatti vedrebbe questa prevaricazione femminile come un'aggressione che gli fa passare la fantasia a letto. La donna non rispecchierebbe più l'ideale del “fragile fiore da proteggere dal mondo esterno”, facendo sentire così l'uomo quasi inerte.

Stando ad una ricerca condotta dall’Università di Copenaghen, pubblicata di recente sulla rivista Personality and Social Psychology Bulletin, le cose sembrerebbero stare così proprio a livello scientifico; se lei guadagna di più, lui ha problemi di erezione.

Il livello di disparità tra il guadagno maschile e femminile è utile anche per valutare il livello di parità sessuale raggiunto nelle singole nazioni. Per quel che concerne l’Italia, la percentuale è ferma al 5.5%, mentre in Europa la media è ben al di sopra del 16%.

I ricercatori danesi hanno analizzato le ricette mediche di 200 mila coppie regolarmente sposate, scoprendo che, quando i mariti guadagnano meno delle mogli, hanno una maggiore tendenza ad utilizzare Viagra o farmaci equivalenti.

Le donne non dovrebbero quindi guadagnare più del proprio uomo? Le femministe avrebbero sicuramente una risposta pronta.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le mogli in carriera fanno paura, gli uomini prendono il Viagra

Today è in caricamento