rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Donna

Cattolici o protestanti, gli inglesi fanno sesso senza sensi di colpa

Un recente sondaggio ha messo in luce come nel Regno Unito la percentuale di chi si sente in colpa per attività sessuali "illecite" è solo del 14%

In Gran Bretagna il sesso al di fuori del suo scopo "canonico", vale a dire nell'ambito coniugale ai fini procreativi, non è affatto ritenuto un peccato per cui risentire di particolari sensi di colpa. Non solo per anglicani e protestanti vale questa affermazione, ma anche per i cattolici del Regno Unito, evidentemente ben poco attenti ai dettami di Roma.

Lo ha messo in luce un sondaggio condotto da  YouGov, che ha confermato quanto già si sospettava, visto il "lassismo" imperante per quanto riguarda i costumi sessuali (ma dovemmo forse scrivere "vista l'aria di libertà che spira in questa materia"...)

La percentuale di chi  riconosce come un male il praticare sesso al di fuori del matrimonio - autoerotismo compreso - è solo del 14%, non molto dissimile da quella corrispondente per i non cattolici. Nulla di nuovo sotto il sole, si potrebbe anche dire, visto che in Inghilterra come perfino nella cattolicissima Italia, il "carpe diem" per quanto riguarda usi e abitudini sessuali è decisamente molto diffuso (Berlusconi e bunga bunga insegnano...)



 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cattolici o protestanti, gli inglesi fanno sesso senza sensi di colpa

Today è in caricamento