Giovedì, 29 Luglio 2021
Donna

Sesso, le italiane sono le più fantasiose ma poco informate sulla contraccezione

Secondo una recente ricerca, le finlandesi sono le più attive sessualmente, ma le italiane, insieme a spagnole, greche e portoghesi, sono le più fantasiose, pronte a sperimentare le novità

archivio

La ricerca 'Donne, sesso e contraccezione d'emergenza. Comportamenti in Europa e in Italia nel 2016' condotta dalla filiale francese della società di ricerche e sondaggi d'opinione Harris Interactive, e diffusa in esclusiva per l'Italia da Edizioni Health Communication, ha pubblicato i risultati sulle fantasie sessuali femminili riscontrate in 20 Paesi europei su un campione rappresentativo di 4.500 donne tra i 16 e i 35 anni. 

Alla luce del comportamento sessuale delle europee e del loro approccio verso la contraccezione d'emergenza, le più attive sessualmente sembrano essere le finlandesi, ma italiane, spagnole, greche e portoghesi sono le più fantasiose, pronte a sperimentare sempre novità. 

Se quasi 7 donne europee su 10 sono consapevoli che la contraccezione d'emergenza è un'opzione per la gestione del rischio di una gravidanza non pianificata dopo un rapporto non protetto o il fallimento del metodo contraccettivo, quasi la metà delle italiane è ancora convinta che per acquistare la nuova pillola del giorno dopo si debba rivolgere al medico per la prescrizione. Inoltre, se il farmacista lo segnalasse, circa otto donne su dieci, per evitare una gravidanza indesiderata, preferirebbero avere il farmaco più efficace e lo sceglierebbero anche se costasse di più rispetto al vecchio preparato. 

I dati, inoltre, dimostrano che le donne tra i 26 e i 35 anni hanno un maggior numero di rapporti sessuali rispetto alle più giovani. Un quinto (21%) delle donne tra i 16-25 anni di età ha, infatti, affermato di non avere rapporti sessuali in una settimana contro solo l'8% delle donne tra i 26-35 anni di età. 

"Le donne italiane citano la spontaneità come un aspetto importante della loro vita sessuale - ha commentato Emilio Arisi, presidente della Società Medicina Italiana per la Contraccezione (Smic) - ma con la spontaneità c'è spesso il rischio di gravidanza non pianificata, e questo spiegherebbe anche il perché in tutta Europa il 45% di tutte le gravidanze sono indesiderate. Quindi, se le donne non sono pronte ad avere un bambino o il contraccettivo abituale ha fallito, la contraccezione d'emergenza può essere una scelta intelligente efficace che non deve mai sostituirsi a una forma regolare di contraccezione. Informare correttamente le donne su questa opzione e sulla possibilità di acquistare la nuova pillola del giorno dopo direttamente in farmacia senza ricetta permette loro di avere un accesso rapido al prodotto e tutti sappiamo che prima si assume il contraccettivo d'emergenza e più efficace è". 

"La Festa della Donna celebra l'uguaglianza delle donne e noi sosteniamo pienamente gli sforzi i progressi e le conquiste che hanno ottenuto nelle sfere sociali, economiche, culturali e politiche" ha aggiunto Francesca Merzagora, Presidente di Onda, l'Osservatorio nazionale sulla salute della donna: "La conoscenza e la comprensione del ruolo della contraccezione d'emergenza è parte di questo viaggio di uguaglianza, mette le donne di tutte le età in completo controllo delle loro scelte contraccettive".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sesso, le italiane sono le più fantasiose ma poco informate sulla contraccezione

Today è in caricamento