rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Donna

Settimana della moda di New York, Greenpeace in azione

L'associazione ambientalista in campo con la campagna "Help end this mess". La maglia nera va a quattro celebri brand che non rispondono all'appello. Bene invece Valentino Fashion Group

La maglia rosa di "The Fashion Duel" - la campagna di Greenpeace cui ha prestato la propria immagine anche Valeria Golino -  spetta a Valentino Fashion Group, per la trasparenza delle sue filiere produttive e l'attiva opposizione a farsi complice di deforestazione e inquinamento.

Si tratta della classifica stilata da Greenpeace, in azione a New York per la settimana della Moda: quindici i marchi di moda italiani e francesi, cui la nota associazione ha richiesto informazioni circa le rispettive politiche ambientali.

Additati come "possibili colpevoli" soprattutto Prada, Dolce&Gabbana, Chanel ed Hermes, quattro marchi celebri che non hanno fornito all'associazione ambientalista le delucidazioni richieste.

Atteggiamento giudicato molto sospetto - e condannato quindi da Greenpeace - che al grido di “Help end this mess”, porta avanti una strenua battaglia contro il disastro ecologico cui sta soggiacendo in modo drammatico il nostro pianeta.

Nulla da fare: i quattro brand "maglia nera" della classifica di "The Fashion Duel" si sono chiusi in un ostinato silenzio, ma cosa ne penseranno i consumatori?
 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Settimana della moda di New York, Greenpeace in azione

Today è in caricamento