rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Storie

In Argentina la prima maestra affetta da sindrome di Down

Lei è Noelia Garella, una donna di 31 anni la cui determinazione l'ha portata, nonostante le mille difficoltà della vita, a coronare il suo più grande sogno: divenire insegnante. Oggi infatti lavora con bambini di 2-3 anni nella scuola materna Jeromito a Cordoba

A volte la cattiveria della gente lascia basiti. Lo sa bene Noelia Garella, una 31enne argentina affetta da sindrome di Down che, quando era piccola, si è dovuta misurare con non poche difficolta visto e considerato che qualche compagno di classe la chiamava "mostro".

Un dolore che non ha spento la sua voglia di vivere e, nonostante le mille e una difficoltà con cui si è dovuta misurare, non si è lasciata mettere i bastoni tra le ruote, anzi, ha sfidato i pregiudizi e ha tirato dritto pronta ad inseguire i suoi sogni. Ecco che oggi Noelia è diventata la donna che voleva essere, ha raggiunto l’obiettivo divenendo la prima insegnante con sindrome di Down di tutta l’Argentina.

Il suo intento? “Voglio insegnare ai bambini l’importanza dell’ascolto. Perché ognuno ha diritto di far sentire la propria voce, senza che nessuna società glielo impedisca”.

Ebbene sì, oggi Noelia lavora con i bambini nella scuola materna Jeromito a Cordoba, una soddisfazione grande, enorme tanto che, in un’intervista rilasciata a The Independent, ha detto: “Adoro questo lavoro. Fin da quando ero piccola, ho sempre sognato di fare l’insegnante, perché mi piacciono tantissimo i bambini”. Il suo ruolo infatti le permette di insegnare a leggere e scrivere a bambini di età compresa tra i 2 e i 3 anni, un lavoro che porta avanti con passione ormai da quattro anni affiancata da un'altra maestra.

Tutti credono in lei, i genitori dei piccoli allievi e, soprattutto, chi le ha permesso di realizzarsi, ovvero colei che l’ha assunta, Alejandra Senestrari: “Con il tempo, anche quelli che si erano opposti, hanno capito che Noelia fosse una ottima insegnante.  Ci siamo resi tutti conto, molto rapidamente, che aveva una forte vocazione. Ha dato ai suoi bambini ciò che apprezzano di più: l'amore”.

"Ci hanno parlato di questa maestra e ci hanno detto di non avere paura ma non vedo per quale motivo, penso sia normale, anzi credo che sia un'ottima idea per i bambini e per lei" - ha raccontato il papà di uno dei bimbi la lei seguiti.

IL VIDEO

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Argentina la prima maestra affetta da sindrome di Down

Today è in caricamento