Martedì, 18 Maggio 2021

Il rapporto difficile di Arisa con il suo corpo: "Ho fatto troppe punturine alle labbra"

In un'intervista la cantante racconta come ne sta lentamente e faticosamente uscendo dopo che per anni ha pensato che "sarei stata amata di più"

"Ho iniziato a fare delle punturine, mi sono lasciata prendere. Vedevo un sacco di chirurghi che mi dicevano: è proprio sicura?": Arisa in un'intervista rilasciata al Corriere della Sera racconta il rapporto difficile che ha sempre avuto con il suo corpo e come ne sta lentamente e faticosamente uscendo dopo che per anni ha pensato che "con quelle labbra sarei stata amata di più". 

La sua guerra però è iniziata anni prima: "Vengo da un piccolo paesino della Basilicata e sono sempre stata una persona semplice... per me era naturale pensare che gli altri avessero ragione", perché "Alle medie non ero certo tra le ragazzine più carine. I compagni mi prendevano in giro per il naso o perché non avevo tanti vestiti. Per gli altri erano battute ma io le prendevo sul serio, mi pesavano". Racconta che i suoi amici la chiamavano 'pecora', e spiega che "la società tende a farci sentire in difetto ponendo l’accento sull’estetica. Dietro c’è il desiderio di sentirci accettati". 

Poi questa estate è arrivata la svolta con una foto pubblicata su Instagram: "Ero al mare e continuavo solo a guardarmi la pancia, le cosce.... mi demoralizzavo. Poi mi sono detta: basta preoccuparmi, faccio una foto e la metto su Instagram. Ma con tutto quello che siamo in grado di fare noi donne, possiamo sempre perderci dietro queste preoccupazioni? Le mie giornate possono rabbuiarsi perché non ho il fisico di una velina?". E questo ha cambiato tutto: 

Lei oggi si sente se stessa?
«Sì, finalmente. Mi sento me stessa quando mangio quello che mi piace, anche se ho dei chili in più: non vengo dalla Norvegia, ma da una famiglia di donne che mangiano, cucinano. Ho capito che il nostro corpo dovrebbe essere l’espressione di chi siamo: non ha senso fingere. Ti piace mangiare? E mangia! Prima pensavo che avendo labbra più turgide sarei stata amata di più. Ma in quel tentativo non mi riconoscevo ed ero la prima ad amarmi meno».

Cosa consiglierebbe a chi è vittima di commenti come quelli che ha subito lei?
«Di avere fiducia nei libri e nella musica per acuire l’immaginazione e estraniarsi. Ogni cosa è passeggera e studiando si può scegliere prima la propria strada».

Arisa, il bikini senza filtri: seno e slip in primo piano

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il rapporto difficile di Arisa con il suo corpo: "Ho fatto troppe punturine alle labbra"

Today è in caricamento