Domenica, 9 Maggio 2021

Caso Grillo, Aurora Ramazzotti: "Un vano tentativo di condizionare l'opinione pubblica"

L'influencer si pronuncia sul video pubblicato dal fondatore del M5S, che nei giorni scorsi si è appellato al garantismo nei confronti del figlio - indagato per violenza di gruppo - e ha sottolineato il ritardo con cui la presunta vittima ha denunciato

Aurora Ramazzotti, 24 anni (Instagram)

Non si placano le polemiche sollevate dal video di Beppe Grillo. Non solo politici, ma anche personaggi del mondo della musica e dello spettacolo condannano le parole del fondatore del Movimento 5 Stelle, che si è appellato al garantismo nei confronti del figlio - indagato per violenza di gruppo - e ha sottolineato il ritardo con cui la presunta vittima ha denunciato. Dopo Damiano David, frontman dei Maneskin, ora a pronunciarsi sulla questione è Aurora Ramazzotti. 

L'influencer (da due milioni di follower) - nonché figlia di Michelle Hunziker, fondatrice di Doppia Difesa, associazione in tutela dei diritti delle donne - interviene con delle stories su Instagram. Prima pubblica una foto di Grillo, poi il seguente messaggio: "Il garante del M5S. Lo stesso partito di Bonafede, colui il quale ha presentato la legge sul Codice Rosso, 'legge che deve il suo nome alla misura che prevede l'introduzione di una corsia veloce e preferenziale per le denunce e le indagini riguardanti casi di violenza contro donne e minori'. Eh sì, però la violenza lo decide un altro se l'hai subita o meno. Lo decide un uomo quanto tempo ci devi mettere per trovare il coraggio di parlare. E poi sento ancora gente che non ammette di vivere in una cultura della violenza". 

Grillo gate, Damiano dei Maneskin: "E' stupro anche se viene denunciato dopo"

Damiano, invece, cantante della band vincitrice del Festival di Sanremo 2021, in un video sui social ha dichiarato: "Voglio premettere che non sono io il pm e non sta a me giudicare l'innocenza o la colpevolezza, ma voglio soltanto parlare alle persone che avvalorano la tesi che uno stupro denunciato dopo otto giorni non era stupro. Non è così. Le persone si rendono conto del fatto molto tempo dopo e trovano il coraggio di denunciare molto tempo dopo perché c'è un problema di fondo, un problema di educazione, quindi astenetevi da dichiarazioni tanto disumane".

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Grillo, Aurora Ramazzotti: "Un vano tentativo di condizionare l'opinione pubblica"

Today è in caricamento