Sabato, 31 Luglio 2021
Storie

Belle Gibson, multa di 410mila dollari per la blogger che si era finta malata di cancro

Condanna dalla Corte di Melbourne la 25enne australiana. Al magazine Australian Women Weekly aveva detto: "Non voglio il perdono, penso solo che parlarne fosse la cosa più responsabile da fare"

Belle Gibson

È finita con una multa di ben 410 mila dollari la contesa giudiziaria che, in questi anni, ha visto protagonista Belle Gibson, la modella australiana conosciuta in tutto il mondo per la battaglia da lei condotta nel 2013, contro una nefasta neoplasia al cervello. Un tumore che, la giovane 25enne, aveva raccontato di aver sconfitto grazie ad una dieta vegetariana a base di cereali e verdure, e priva di caffè, latticini e glutine. 

La battaglia della Gibson le era valsa un libro intitolato The Whole Pantry, subito successo editorale, in cui veniva raccontata la sua esperienza, l'efficacia delle terapie alternative e alcune ricette da seguire, oltre che un'app salutista con il medesimo nome. Due anni dopo, tuttavia, la nota australiana si era trovata costretta, sotto le pressioni dei giornalisti, a confessare l'amara verità, ossia di non essere mai stata malata di cancro. Al magazine Australian Women Weekly aveva detto: "Non voglio il perdono, penso solo che parlarne fosse la cosa più responsabile da fare".

Il verdetto della Corte di Melbourne

A distanza di tempo dalla prima condanna del tribunale nei confronti di Belle Gibson, accusata di aver ingannato e truffato il pubblico, mentendo in merito alla beneficenza fatta con parte degli incassi fruttati dal suo libro, la Corte di Melbourne è tornata ad esprimersi sulla vicenda.

È di poche ore fa la notizia secondo cui la Gibson sarà costretta a pagare una multa di ben 410 mila dollari all stato di Victoria, cifra dimezzata rispetto alla prima richiesta avanzata dall'accusa, che pretendeva un rimborso equivalente a un milione di dollari. Una cifra che, come dichiarato dagli avvocati, tuttavia, risultava superiore alle possibilità economiche della 25enne australiana che, in questi anni, ha visto ritirare dal mercato il suo libro, l'app per smartphone e cancellare i contenuti del sito.

Si chiude definitivamente, così, una delle più tristi vicende giudiziarie degli ultimi anni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Belle Gibson, multa di 410mila dollari per la blogger che si era finta malata di cancro

Today è in caricamento