rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
sfida al regolamento

"No al bikini sessista": le atlete di pallamano giocano in shorts e rischiano la squalifica

Nella sfida per il bronzo contro la Spagna agli Europei in Bulgaria le atlete hanno cambiato divisa, contravvenendo al regolamento

Sin dalla prima gara, le atlete della nazionale norvegese di beach handball (la pallamano da spiaggia) non si sentivano a loro agio nella divisa propria della loro disciplina: un reggiseno sportivo aderente e uno slip che non copra più di 10 centimetri di glutei. Così, agli Europei di Bulgaria, le giocatrici hanno contestato la divisa prevista, forti del supporto dell'allenatore. "È sessista e imbarazzante", il commento rilanciato per bocca della capitana Katinka Haltvik all'emittente norvegese NRK

Poi, nella finale per il terzo posto contro la Spagna agli Europei di Bulgaria, la decisione definitiva: le atlete sono scese in campo in shorts, contravvenendo al regolamento e rischiando la squalifica e le multe minacciate dalla Federazione Internazionale per il mancato rispetto del regolamento.  Alla fine le norvegesi hanno perso il bronzo, ma sono state coerenti con i loro proclami contro il sessismo nello sport, trovando dalla loro parte anche le colleghe svedesi.

E se la Federazione nazionale si è offerta di pagare la multa, sostenendo la loro causa che rende uguali sul campo atlete e atleti, la Federazione Internazionale sta valutando o meno se squalificare le atlete.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"No al bikini sessista": le atlete di pallamano giocano in shorts e rischiano la squalifica

Today è in caricamento