Domenica, 1 Agosto 2021
sfida al regolamento

"No al bikini sessista": le atlete di pallamano giocano in shorts e rischiano la squalifica

Nella sfida per il bronzo contro la Spagna agli Europei in Bulgaria le atlete hanno cambiato divisa, contravvenendo al regolamento

foto Instagaram @handballandslagene

Sin dalla prima gara, le atlete della nazionale norvegese di beach handball (la pallamano da spiaggia) non si sentivano a loro agio nella divisa propria della loro disciplina: un reggiseno sportivo aderente e uno slip che non copra più di 10 centimetri di glutei. Così, agli Europei di Bulgaria, le giocatrici hanno contestato la divisa prevista, forti del supporto dell'allenatore. "È sessista e imbarazzante", il commento rilanciato per bocca della capitana Katinka Haltvik all'emittente norvegese NRK

Poi, nella finale per il terzo posto contro la Spagna agli Europei di Bulgaria, la decisione definitiva: le atlete sono scese in campo in shorts, contravvenendo al regolamento e rischiando la squalifica e le multe minacciate dalla Federazione Internazionale per il mancato rispetto del regolamento.  Alla fine le norvegesi hanno perso il bronzo, ma sono state coerenti con i loro proclami contro il sessismo nello sport, trovando dalla loro parte anche le colleghe svedesi.

E se la Federazione nazionale si è offerta di pagare la multa, sostenendo la loro causa che rende uguali sul campo atlete e atleti, la Federazione Internazionale sta valutando o meno se squalificare le atlete.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"No al bikini sessista": le atlete di pallamano giocano in shorts e rischiano la squalifica

Today è in caricamento