rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Storie

Emma Thompson contro Hollywood: “Il cinema vuole attrici troppo magre”

L'attrice ha puntato il dito contro l'industria cinematografica statunitense accusata di pretendere dalle sue interpreti una forma fisica filiforme

Emma Thompson si è scagliata contro l’industria cinematografica statunitense. 

Durante la trasmissione svedese Skavlan, l’attrice ha protestato contro l’imposizione di un certo modello di donna denunciando un certo tipo di richieste, come quella che la portò a un passo dall’abbandonare la lavorazione di un film nel 2008. 

“C’era una splendida attrice con la quale stavo lavorando in ‘Ritorno a Brideshead’, alla quale i produttori chiesero se potesse dimagrire” ha svelato la Thompson che, senza fare nomi, ha raccontato di aver alzato la voce contro i produttori del film.
“Se parlate con lei di questa cosa di nuovo, a qualsiasi livello, lascio immediatamente il film. Non fatelo mai più" tuonò allora l'attrice che ha aggiunto: "Quello che sta succedendo là fuori sta peggiorando sempre di più”. 

Infine, l’attrice ha anche scherzato sull’ossessione peso da parte di Hollywood che le avrebbe impedito di vivere negli Stati Uniti: “Non mi sono mai trasferita negli Stati Uniti. Non ho potuto. Riesci ad immaginare? Ogni volta che vado a Los Angeles penso, ‘Oh Dio, sono troppo grassa per andare là”.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emma Thompson contro Hollywood: “Il cinema vuole attrici troppo magre”

Today è in caricamento