Giovedì, 4 Marzo 2021

I vestiti nuovi vanno lavati prima di essere indossati: 5 motivi per cui conviene farlo

Batteri, germi e funghi sono gli elementi invisibili che, nascosti su capo appena acquistato, possono creare non pochi problemi

foto archivio

Gli occhi di molti strabuzzeranno davanti alla conoscenza dei 5 buoni motivi per cui convenga sempre lavare i capi di abbigliamento appena acquistati.

“Torno a casa, mi cambio e stasera lo indosso”, pensa la mente dell’acquirente fresco di shopping euforico per la spesa di camicie, magliette e pantaloni.

Sbaglia, però.

Perché per quanto ‘nuovi’ per definizione, gli abiti comprati sono comunque stati esposti alla polvere, imballati e trasportati in condizioni igieniche sconosciute, maneggiati e provati da altre persone prima diventare “nostri”.

Di seguito, l’elenco delle ragioni che faranno propendere chiunque, anche il cliente più impaziente per lo sfoggio del nuovo acquisto, a lavare con cura gli abiti appena comprati.

Saldi estivi 2018, tutte le date regione per regione: il calendario completo

Ricettacolo di germi e batteri

Secondo alcuni studi americani, alcuni capi d’abbigliamento venduti presso tre famose catene commerciali sono risultati contaminati da un numero di batteri superiori alla media degli oggetti di uso quotidiano, provenienti da secrezioni respiratorie e cutanee nelle cuciture all’altezza di ascelle e  parti intime. Possono essere presenti anche residui fecali. Ahinoi.

Presenza di sostanze chimiche

Gli abiti sono spediti e imballati con conservanti e pure con metalli pesanti, ammine, coloranti, allergenici e molte altre sostanze chimiche  che possono creare reazioni cutanee e dermatiti a contatto con la pelle. La più pericolosa è la formaldeide, sostanza che riduce la possibilità di muffa sui tessuti, ma che aumenterebbe il rischio di cancro.

Al via il ‘cambio di stagione’: consigli per conservare i capi di lana senza rovinarli 

Più persone provano lo stesso capo

Il vestito, la maglietta, i pantaloni provati prima di essere comprati sono stati già indossati da altri. Funghi e batteri si possono trasmettere anche così, per quanto il contatto duri un tempo brevissimo.

Chi prova è distratto

Nel chiuso di un camerino non si riflette sull’importanza di fare attenzione a come provare gli abiti, per una precauzione propria e altrui. Meglio, allora, lasciare addosso l’intimo prima di indossare qualcos’altro e se si tratta di scarpe, preferire sempre mettere dei calzini, dato che i pure i piedi possono portare germi, funghi e bateri.

Un lavaggio rende il capo subito “nostro”

Al di là della necessità di lavare un vestito per i motivi suddetti, lavare un abito appena comprato lo rende subito personale, regalandogli l’odore del nostro guardaroba.

L’accortezza migliore è quella di utilizzare dell’igienizzante insieme al detersivo, così da disinfettare per bene e indossare il capo che allora sì che sarà davvero nuovo.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I vestiti nuovi vanno lavati prima di essere indossati: 5 motivi per cui conviene farlo

Today è in caricamento