rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Donna

Vietati i tatuaggi colorati: è polemica in Francia

Nove inchiostri di colore su dieci sarebbero colpiti dall’interdizione per motivi sanitari e la norma mette sul piede di guerra i professionisti del settore

Solo nero, niente più sfumature con diversi colori: il governo francese pare irremovibile sul divieto comminato ai tatuatori di utilizzare 59 coloranti contenuti negli inchiostri per il 'body painting', perché giudicati estremamente dannosi per la salute.

Nove inchiostri di colore su dieci già sperimentati sono interessati da questa interdizione, mentre nessun problema sanitario particolare è stato riscontrato sulle persone che già si sono tatuate.

Ma i professionisti del settore insorgono e il sindacato francese degli artisti tatuatori (Snat) replica sostenendo: “Con noi si applica tutto a un tratto il principio di precauzione mentre si continua a vendere tabacco cancerogeno”.

L’ipotesi che vi siano dei rischi per la salute era da tempo conosciuta e un aumento di reazioni allergiche, infezioni gravi e reazioni anomale della pelle dovute ai nuovi inchiostri usati per i tatuaggi è stato registrato dai dermatologi dell’American Academy of Dermatology che avevano riportato un aumento dei casi di allergie, prurito, formazione di cisti e arrossamenti a distanza di giorni, di mesi e anche di anni dal primo tatuaggio.

Ciò nonostante, la misura francese è stata giudicata comunque esagerata e se lo stop sarà confermato – denunciano i professionisti del settore – tutti i tatuatori rischiano di chiudere la propria attività a vantaggio di quelli clandestini, che operano senza alcuna precauzione sanitaria e che si riforniscono in Cina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vietati i tatuaggi colorati: è polemica in Francia

Today è in caricamento