Domenica, 28 Febbraio 2021

David di Donatello 2018, il bellissimo discorso di Paola Cortellesi sulle donne

La cerimonia di consegna dei premi ai protagonisti del cinema italiano si è aperto con una riflessione sul lessico quotidiano che, declinato al femminile, ha sempre un'accezione negativa

Paola Cortellesi David di Donatello 2018

La cerimonia di premiazione dei David di Donatello 2018 resterà nella storia dell’evento anche per il discorso tenuto da Paola Cortellesi in apertura di questa 63esima edizione.

Introdotta dal conduttore Carlo Conti, l’attrice romana ha portato sul palco degli studios di Roma una riflessione tratta da un testo del giornalista ed esperto del linguaggio Stefano Bartezzaghi, riguardante il lessico quotidiano e le parole che, se declinate al femminile “diventano un luogo comune” un po’ equivoco, ossia “un lieve ammiccamento verso la prostituzione”.

“Un cortigiano è un uomo che vive a corte, una cortigiana è… una mignotta”, ha esordito l'attrice, dando il via a un lungo elenco di termini che da “massaggiatore” a “uomo di strada”, da “professionista” a "zoccolo", hanno rimarcato la differenza di significato quando sono riferite alle donne. 

“Io che sono donna queste discriminazioni le percepisco” ha detto ancora la Cortellesi che poi, raggiunta sul palco dalle colleghe Jasmine TrincaGiovanna MezzogiornoIsabella RagoneseClaudia GeriniSerena Rossi e Sonia Bergamasco, ha suscitato gli applausi della platea e degli utenti che in rete hanno commentato con grande entusiasmo un richiamo all’uguaglianza e al rispetto così sentito.

Di seguito il discorso di Paola Cortellesi ai David di Donatello 2018:

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

David di Donatello 2018, il bellissimo discorso di Paola Cortellesi sulle donne

Today è in caricamento