Venerdì, 23 Luglio 2021
Trend

"Beata te, Nadia Toffa, che vivi in un mondo in cui avere il cancro fa sentire fighi"

E’ diventato virale il post pubblicato su Facebook dall’imprenditrice Catia Brozzi che si è rivolta alla conduttrice per dirle che no, “le persone fighe” non sono i malati di cancro

Nadia Toffa

In pochi giorni ha ottenuto più di 90mila condivisioni e decine di commenti il post che Catia Brozzi, una donna ‘comune’ e lontana dal mondo dello spettacolo, ha scritto su Facebook per Nadia Toffa.

Nel suo annuncio durante la trasmissione ‘Le Iene’ la giornalista ha raccontato di aver affrontato e superato brillantemente un cancro grazie alle terapie e ha definito “guerrieri” chi, come lei, si trova a combattere contro un tumore.

Lo scritto della donna contrasta con quanto asserito dalla conduttrice: “Beata te cara NadiaToffa che in due mesi hai scoperto di avere un tumore, hai fatto l'intervento, chemio e radio, sei già al lavoro e ti dichiari guarita” scrive Catia che elenca le situazioni affrontate ogni giorno dai malati di tumore e dai loro familiari.

“Le persone fighe sono quelle che assistono il malato oncologico”

«Nel mondo dei comuni mortali ci sono persone che in due mesi non riescono neanche ad avere una diagnosi, dati i tempi biblici delle prenotazioni ospedaliere, magari muoiono ancor prima di sapere di che male soffrissero” - scrive Catia Brozzi, imprenditrice di Perugia che lavora nel settore ippico - “Noi qui non siamo persone, siamo solo numeri, statistiche. Però qui esistono realmente le persone fighe e sai chi sono? Sono le persone che assistono un malato oncologico . Sono quelli che devono mantenere il sorriso, ogni giorno mentre corrono da un ospedale all’altro in cerca di risposte. Sono quelli che piangono di nascosto”.

“Beata te cara Nadia che vivi su un altro pianeta”

I malati no, cara Nadia, loro non sono fighi e non credo neanche si sentano fighi” conclude Cadia nel suo post: “Sono solo PERSONE che vorrebbero essere trattate dai medici come tali e non come semplici casi da inserire nelle loro maledettissime statistiche, sono persone che non vorrebbero perdere la loro dignità, cosa alla quale sono invece condannate dal progredire della malattia . 
Beata te cara Nadia .... che vivi su un altro pianeta , un pianeta dove avere il cancro fa sentire fighi”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Beata te, Nadia Toffa, che vivi in un mondo in cui avere il cancro fa sentire fighi"

Today è in caricamento