Lunedì, 1 Marzo 2021

Ripetetivi, originali o frettolosi? Così il regalo di Natale svela la vostra personalità al destinatario

Dimmi che regalo fai e ti dirò chi sei: dal tipo di dono scelto, si può intuire il carattere del mittente

(Foto d'archivio)

Nemmeno un regalo lascia immuni gli avvezzi all’esplorazione dei meandri della psicologia dalla tentazione di capire la personalità dei generosi ‘Babbi Natale’. Basta un presente piazzato sotto l'albero per svelare pregi e difetti del mittente ad amici, parenti ed affetti più o meno cari. 

Dimmi che regalo di Natale fai e ti dirò chi sei

Gli psicologi, infatti, sostengono che il rapporto che ognuno ha con le strenne sveli molto di una persona, sia che si tenda ad "andare sul sicuro" riproponendo un regalo che ha avuto successo l'anno passato, sia che si decida per un solo pensierino per tutti. E' quanto spiega la dottoressa Paola Vinciguerra, psicologa e psicoterapeuta, presidente di Eurodap (Associazione europea per il disturbo da attacchi di panico): "Nella scelta del regalo ci sono tre 'ingredienti' che non devono mai mancare: sono scambio, ascolto e generosità. Ma soprattutto è fondamentale focalizzarsi, più che sui propri gusti, su quelli della persona alla quale il dono è destinato".

Ad ogni regalo di Natale il suo stile 

I RIPETITIVI - Ogni anno tendono a fare sempre lo stesso dono, specie se in precedenza ha incontrato il gradimento del ricevente. Si tratta di persone che hanno paura di sbagliare oppure di soggetti poco propensi all'ascolto, che scelgono il dono in relazione a ciò che a loro piace di più. Oppure, più semplicemente, hanno poca fantasia o sono poco coinvolti: finiscono così per fare un regalo giusto per farlo.

I FRETTOLOSI – Per loro i doni natalizi sono una 'pratica' da sbrigare al più presto e da archiviare nel minore tempo possibile. Non si lasciano trasportare dall'atmosfera natalizia e considerano un peso andare per negozi, atteggiamento che caratterizza anche la scelta del regalo per le persone più care: in questo caso può trattarsi di un segnale di poco sviluppo nella capacità di comunicazione in famiglia e della mancanza di scambio.

GLI ORIGINALI – Cercano sempre il modo di stupire: “Un conto è essere originale nella scelta del dono con un amico, una persona con cui mi sento particolarmente in sintonia, un altro è cercare di esserlo con un parente anziano, in un contesto che non è quello adatto. Se poi l'originalità è portata all'estremo denota un certo egocentrismo: voglio mostrare che sono unico, diverso, speciale", spiega l’esperta.

UN PENSIERINO PER TUTTI – Fanno regali un po' a tutti, ma questo non indica necessariamente un carattere così aperto come l'atteggiamento vorrebbe far supporre. Se riceviamo un dono da una persona di questo genere, e magari ci sentiamo in colpa per non aver pensato a contraccambiarlo, è inutile farsi mettere in crisi. Al massimo, se il gesto ci ha fatto particolarmente piacere, possiamo ricordarcene per le feste successive.

I SELETTIVI – Fanno regali solo ai familiari e agli amici più stretti. Chi ha questo atteggiamento considera lo scambio del dono un gesto importante da riservare alle relazioni affettive a cui tiene in modo particolare. Un atteggiamento di questo tipo può però rivelare una personalità un po' chiusa e introversa, anche se non sempre è così.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ripetetivi, originali o frettolosi? Così il regalo di Natale svela la vostra personalità al destinatario

Today è in caricamento