Venerdì, 7 Maggio 2021
ECONOMIA

730 e spese per l'assistenza: chi ha diritto alla detrazione

Dichiarazione dei redditi: ecco in che misura sono detraibili le spese sostenute per una badante. Intanto oggi è partita ufficialmente la stagione del 730 precompilato: le cose da sapere

Immagine d'archivio

Le spese sostenute per le badanti sono detraibili nella dichiarazione dei redditi? Ebbene sì, come spiega FiscoOggi, la rivista on line dell’Agenzia delle Entrate,  gli addetti all’assistenza personale propria o di uno o più familiari, anche se non fiscalmente a carico del contribuente, nei casi di non autosufficienza nel compimento degli atti della vita quotidiana, sono detraibili nella misura del 19%.

C’è però un paletto da rispettare: il reddito complessivo (incluso il reddito dei fabbricati assoggettato alla cedolare secca sulle locazioni) non deve infatti superare i 40mila euro. La detrazione, spiega ancora FiscoOggi, deve essere calcolata su un ammontare massimo di spese pari a 2.100 euro.

730 precompilato 2018, on line il modello

Intanto oggi è partita ufficialmente la stagione della dichiarazione dei redditi. Come vi avevamo spiegato in questo articolo, da oggi lunedì 16 aprile 2018 i cittadini potranno visualizzare via web i modelli predisposti dall’Agenzia delle Entrate, in collaborazione col partner tecnologico Sogei, nel quale troveranno, per la prima volta, anche il dettaglio di come sono state utilizzate dallo Stato le proprie imposte. Tra le altre novità, entrano nella precompilata 2018 le informazioni sugli asili nido e al contempo viene inaugurata la nuova funzionalità di compilazione assistita per rendere più semplice ogni operazione.

Precompilata più semplice, arriva la compilazione assistita

Dal 2 maggio è possibile compilare in modo “assistito” i dati relativi agli oneri detraibili e deducibili da indicare nelle sezioni I e II del quadro E, anche per le spese sostenute per i familiari a carico. Il contribuente che intende modificare la propria dichiarazione 730, dopo aver visualizzato i dati degli oneri comunicati dai soggetti terzi potrà farsi supportare nella compilazione del quadro E. Se sceglie la modalità di compilazione assistita, infatti, sarà più semplice e immediato inserire nuovi documenti di spesa non presenti oppure modificare, integrare o cancellare i dati degli oneri comunicati dai soggetti terzi e, automaticamente, i dati aggiunti o rettificati saranno inseriti nel quadro E.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

730 e spese per l'assistenza: chi ha diritto alla detrazione

Today è in caricamento