rotate-mobile
Lunedì, 22 Aprile 2024
Dopo la retromarcia

Pos e costi a carico dei negozianti: il Governo ci prova col buonus

In arrivo sgravi per imprese con non superi a 400.000 euro

Istituito, presso il Ministero dell'economia e delle finanze, il tavolo tecnico per individuare soluzioni per contenere i costi delle transazioni elettroniche, tra i quali i pagamenti attraverso i Pos. Lo si legge in una nota del Ministero dell'economia che ricorda come il tavolo sia previsto dalla legge di bilancio L'obiettivo, rileva il ministero, è mitigare le spese fino a 30 euro a carico degli esercenti di attività di impresa, arti o professioni con ricavi e compensi relativi all'anno precedente non superiori a 400.000 euro, favorendo con il coordinamento del Mef il confronto tra istituzioni, associazioni di categoria e altri soggetti.

Inizialmente, il governo Meloni sembrava orientato a portare il limite entro cui i commercianti non avrebbero potuto rifiutare un pagamento col Pos da 30 a 60 euro. In seguito, esponenti della maggioranza e del governo hanno parlato di abbassare la soglia da 60 a 40, fino agli ultimi sviluppi: il governo elimina ogni soglia. In più, potrebbero essere riproposti i crediti di imposta che i commercianti possono usare per abbattere i costi delle commissioni sui pagamenti con carta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pos e costi a carico dei negozianti: il Governo ci prova col buonus

Today è in caricamento