Giovedì, 23 Settembre 2021
Migranti

Accoglienza migranti, ecco quanto ci costa davvero

Arriva il "Rapporto sull'economia dell'accoglienza" stilato dal Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione del ministero dell'Interno. I costi della gestione ordinaria ridotti dal 2011

Quanto costa all'Italia un rifugiato? E quanto spendiamo in totale? A rispondere ufficialmente ora è il primo "Rapporto sull'economia dell'accoglienza", firmato da un gruppo di studio costituito a gennaio 2015 presso il Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione del ministero dell'Interno.

I NUMERI - Il 2014 è stato definito più volte "l'anno dell'emergenza" e nel rapporto se ne leggono i costi: "Abbiamo chiuso con la cifra record di 170mila immigrati arrivati via mare in Italia: quasi il triplo rispetto a quelli del 2011, anno della famosa Emergenza Nord Africa" 

I COSTI - La gestione effettiva dei centri governativi (Cara, Cda, Cpsa e Cie) nel 2014 è costata circa 139 milioni di euro (compresi i costi delle strutture non di proprietà demaniale). Invece per quanto riguarda le strutture temporanee, che al 31 dicembre 2014 accoglievano 35.562 persone, "hanno comportato una spesa di circa 277 milioni. A tali spese sono da aggiungere quelle di trasporto dei migranti versi i centri, i contributi erogati ai comuni per l'accoglienza dei minori, le spese per utenze e per gli interventi straordinari al di fuori dei centri per un ammontare complessivo di circa 20 milioni". 

LA SPESA TOTALE - In tutto sono stati spesi 436 milioni di euro con un costo medio giornaliero a migrante pari a euro 26,51: "In realtà considerato che l'accoglienza è stata garantita in relazione agli sbarchi registratisi tutto l'anno, il costo medio giornaliero per migrante a cui far riferimento è pari a 30 euro oltre Iva. Pertanto i costi della gestione ordinaria dell'accoglienza si attestano nel range di 30-35 euro per gli adulti e di 45 euro per i minori accolti dai comuni, costi nettamente inferiori ai quelli sostenuti durante l'emergenza Nord Africa pari a 46 euro per gli adulti e ai 75 euro per i minori". Insomma nonostante l'emergenza profughi "i costi sono stati drasticamente ridotti rispetto all'emergenza del 2011"

STIME PER IL 2015 - Adesso c'è da capire quanto stiamo spendendo in questi mesi: "Per fronteggiare i costi complessivi dell'accoglienza del 2015 il ministero dell'Interno ha stimato in 918,5 milioni le spese relative alle strutture governative e temporanee, e in 242,5 milioni le spese relative ai centri Sprar, per un totale quindi di 1.162 milioni". Denaro che "in gran parte viene riversato sul territorio sotto forma di stipendi a operatori, affitti e consumi e, in ogni caso, rappresenta una piccolissima percentuale, quantificabile nello 0,14%, della spesa pubblica nazionale complessiva".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoglienza migranti, ecco quanto ci costa davvero

Today è in caricamento